Cambiare lavoro non è una questione che riguarda solo i lavoratori con poca esperienza che stanno costruendo la loro carriera, ma spesso sono anche professionisti con mansioni di tipo manageriale che decidono di lasciare il proprio posto di lavoro per una nuova posizione, oppure si trovano in circostanze in cui sono costretti a farlo per diverse motivazioni. Quindi sì, anche i dirigenti – chiamati anche comunemente con il termine inglese di “manager”, in molti casi vogliono o devono cambiare lavoro. Infatti, chi crede che la stragrande maggioranza dei dirigenti, proprio perché tali, tenda a rimanere per tutta la vita all’interno della stessa ditta, si sbaglia!

Una cosa è certa, il cambio lavoro dei dirigenti segue delle dinamiche differenti rispetto a quello di figure con una seniority meno elevata e con ruoli di minore responsabilità. 

Trattandosi di una tematica poco esplorata e al tempo stesso di grande interesse per tutte le figure che si trovano in questa situazione, nei paragrafi che seguono ci occuperemo di tutto quello che c’è da sapere sul cambio lavoro dirigente: dalle motivazioni che spingono questi professionisti a cambiare fino alle strategie per farlo quanto più efficacemente possibile.

Cambio lavoro dirigente: le principali motivazioni che spingono a farlo

Secondo alcune ricerche di esperti, tra i principali motivi che stanno dietro al cambiamento di lavoro dei dirigenti ci sono i seguenti:

    • la ricerca di uno stipendio più alto: è possibile che la decisione di cambiare lavoro da manager sia dettata dal bisogno/desiderio di una retribuzione più alta rispetto a quella percepita in quel momento all’interno di quell’azienda;
    • il desiderio di acquisire nuove skills e di crescere professionalmente: a differenza di quanto si possa pensare, quando si è dirigenti non si smette di imparare! Anzi, ricoprire una posizione del genere implica non solo il fatto di aver consolidato in maniera ottimale determinate competenze, ma anche la volontà e la capacità continua di aggiornarsi, formarsi e impegnarsi a crescere. Spesso, infatti, è proprio la mancanza di stimoli e occasioni di crescita personale a spingere i professionisti con ruoli di dirigenza a cercare nuove opportunità altrove; 
  • un work-life balance migliore: è possibile che coloro che ricoprono posizioni nel middle e top management, a causa dell’eccessivo carico di lavoro, non riescano a raggiungere un sano equilibrio tra vita privata e quella professionale. Questo porta a conseguenze negative come eccessivo stress e sindrome da burnout, deleterie per il dirigente sia da un punto di vista personale che professionale; 
  • difficoltà a svolgere il proprio ruolo e far percepire il proprio valore in azienda: altra causa che può portare al cambio di lavoro un dirigente è la difficoltà di comunicazione con i propri dipendenti; aspetto che, a lungo andare, porta senza dubbio ad una leadership inadeguata e problematica.

Ovviamente, quelle di cui abbiamo parlato sopra sono tutte motivazioni che hanno come radice la volontà del manager di cambiare lavoro; ci sono poi altri casi in cui il cambio di lavoro del dirigente è “forzato” e avviene per necessità da parte dell’impresa: ristrutturazione aziendale, demansionamento e così via. 

Cambio lavoro dirigente: come farlo in maniera efficace?

Vediamo a questo punto come gestire il cambiamento di lavoro da manager e quali sono le modalità più efficaci per raggiungere questo obiettivo.

Partiamo innanzitutto con un’utile riflessione: la ricerca di un nuovo lavoro per i dirigenti può risultare più difficile per tre fattori:

  • la carenza di posizioni con mansioni dirigenziali rispetto a quelle gerarchicamente inferiori sul mercato del lavoro
  • la remunerazione che, in ogni caso, deve essere più elevata dato il grado di responsabilità e l’esperienza che un dirigente ha maturato in confronto ad una figura più junior
  • la poca disponibilità di tempo da dedicare alla ricerca di una posizione di lavoro simile

Nonostante esistano questi fattori che contribuiscono a rallentare e rendere più complessa la ricerca di un nuovo lavoro come dirigente, tuttavia, bisogna specificare che si tratta di un’impresa del tutto fattibile e che non bisogna demordere: l’importante è procedere nel modo giusto!

Quali sono, quindi, i principali strumenti che i manager possono usare per ricercare e ottenere un nuovo lavoro? Ecco quelli fondamentali:

  1. LinkedIn
  2. Agenzie specializzate in ricerca e selezione del personale 
  3. Job board
  4. Network

I principali strumenti per il cambio lavoro da dirigente

1. LinkedIn

Com’è noto a tutti, LinkedIn è uno dei più importanti social network professionali che mette in comunicazione candidati e aziende. Così come risulta molto utile nella ricerca di offerte per i profili più junior, LinkedIn svolge un ruolo fondamentale anche per i dirigenti che vogliono cambiare lavoro. Ovviamente, questo strumento diventa realmente efficace se utilizzato al pieno delle sue funzionalità, ovvero caricando sulla piattaforma il tuo curriculum sistemato e aggiornato, pubblicando contenuti di valore e sviluppando un network esteso e di qualità.

2. Agenzie specializzate in ricerca e selezione del personale

Quando un manager è in cerca di un nuovo lavoro, un’altra valida opzione è quella di affidarsi ad agenzie di ricerca e selezione del personale con una specializzazione nella ricerca di dirigenti. Se decidi di intraprendere questa strada, dovrai innanzitutto individuare una tra le suddette realtà e, successivamente, inviare a quest’ultima il tuo CV; questo, come già specificato prima, dovrà essere impeccabile: conciso, privato di tutte le informazioni irrilevanti e di massimo due pagine.

3. Job board

Se non vuoi affidarti ad un’agenzia, altri strumenti di cui puoi usufruire per ottenere un nuovo lavoro se ricopri il ruolo di dirigente sono le job board, ossia portali online di ricerca lavoro. Come per LinkedIn, anche in questo caso occorre registrarsi, caricando una serie di informazioni personali e il tuo CV.

4. Network

Altro strumento – valido sia online che offline – di grande utilità per il cambio di lavoro da dirigente è il tuo network. Se nel corso della tua carriera hai avuto modo di creare una rete di contatti valida e significativa, puoi benissimo trarne vantaggio per ottenere un nuovo lavoro. Diffondendo, infatti, la notizia della tua ricerca lavoro, hai l’opportunità di ricevere feedback, consigli e proposte dalla tua rete.

Sei un dirigente e vuoi cambiare lavoro in totale sicurezza? Scegli il servizio Career Coaching di Jobiri, il primo consulente di carriera intelligente che accelera il tuo inserimento o reinserimento nel mercato del lavoro. Grazie ad un coach professionista, hai l’opportunità di reinventare la tua carriera, rilanciarla in altri ambiti ed essere accompagnato in una transizione di successo senza stress e fatica. Che cosa aspetti? Registrati qui!

 

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati