Creare un profilo LinkedIn perfetto è una svolta fondamentale per la tua carriera e per il tuo futuro. Questo Social Newtwork è uno strumento veramente molto utile per chi è alla ricerca di lavoro: ti permette di pubblicare le tue esperienze (lasciandole in vista per eventuali selezionatori) di rimanere sempre aggiornato sui cambiamenti e le evoluzioni del tuo mercato e ti aiuta a creare una fitta rete di contatti.

È chiaro quindi che creare un profilo solo perché “bisogna farlo”, o perché “tutti ne hanno uno”, non è particolarmente utile. Questa piattaforma non è fatta solo per caricare il tuo curriculum e lasciarlo lì, dimenticandosene per mesi, fino a quando sei di nuovo alla ricerca di un lavoro. Che tu sia un neolaureato o un manager di altissimo livello, LinkedIn usato al suo massimo potenziale può essere veramente utile, basta sapere come muoversi.

Per creare un profilo LinkedIn perfetto, devono essere presenti questi 7 elementi fondamentali:

  1. Il tuo settore e posizione
  2. La tua posizione lavorativa corrente (con la descrizione)
  3. Due posizioni lavorative precedenti
  4. Il tuo percorso di studi
  5. Le tue skills (almeno 3)
  6. Foto profilo
  7. Almeno 50 collegamenti

Se il tuo presenta questi 7 elementi sarà migliore del 49% dei profili presenti su LinkedIn. Infatti, solo il 51% dei membri ha un profilo con tutti questi elementi!

Ecco ora 8 passi per creare un profilo LinkedIn perfetto, dall’inizio alla fine.

1. Aggiungi le foto giuste

Con una foto professionale avrai molte più probabilità di essere trovato e contattato dagli HR manager e dai selezionatori. Una foto di buona qualità e uno scatto serio (ovviamente non troppo!) sono fondamentali e ti permetteranno di avere maggiore visibilità, oltre a dipingerti come una persona più professionale.

Ecco le caratteristiche di una foto perfetta:

  • Ci sei solo tu nella foto!
  • Abiti: guarda il dress code del tuo settore e vestiti in maniera leggermente più formale.
  • Uno sfondo bianco o chiaro (o comunque neutro)
  • Usa una luce naturale e piacevole (non usare il flash!)
  • Scatta un primo piano del viso o un mezzo busto

2. Scrivere un Sommario perfetto

Il prossimo passo è scrivere un headline ad effetto. Cerca di essere creativo, mostrando la tua passione per ciò che fai o per ciò che vorresti fare, non limitarti a scrivere solo il tuo ruolo! Spiega ciò che fai, ovviamente, ma aggiungi anche qualche elemento in più. Ad esempio potresti dire “Social Media Manager alla ricerca di nuove opportunità creative“.

Cerca sempre di usare delle parole chiave che possano permetterti di rientrare nelle ricerche dei selezionatori o dei tuoi futuri datori di lavoro. Per capire quali usare, rileggi attentamente le job description per cui ti stai candidando o in generale quelle del tuo settore.

3. Valorizza le tue esperienze

La maggior parte degli utenti di LinkedIn si limita ad incollare il proprio curriculum, ma la sezione “esperienza” può essere sfruttata in maniera decisamente migliore. Questo è lo spazio giusto per parlare di ciò che hai ottenuto, ciò che hai fatto e ciò che hai imparato in ognuna delle tue posizioni precedenti, aggiungendo dettagli interessanti.

Descrivi la tua storia professionale, aggiungendo anche elementi esterni come foto, video, articoli di giornale o presentazioni che ti permetteranno di mostrare nella pratica ciò di cui sei capace.

4. Non sottovalutare il tuo percorso di studi

La sezione “formazione” è particolarmente importante per gli studenti e i neodiplomati: se un recruiter cerca “persone che hanno studiato a [Nome dell’università]“, comparirai nella sua ricerca. Se non hai ancora esperienza lavorativa, o se ne hai veramente poca, ti conviene sfruttare questa sezione. Puoi inserire anche progetti scolastici, competizioni, corsi interessanti che hai seguito o attività extracurriculari. Come nella sezione “esperienza”, anche questa può essere arricchita aggiungendo foto, video o articoli.

Se ne hai, aggiungi anche le esperienze di volontariato, soprattutto se sono cose a cui tieni particolarmente e che possono valorizzare la tua immagine professionale.

5. Completa il Riepilogo del tuo profilo Linkedin perfetto!

Molte persone trascurano il Riepilogo, probabilmente perché richiede tempo e fatica. Ma, proprio per questo, è un elemento fondamentale: qui avrai modo di riassumere il tuo percorso professionale, le tue aree di competenza, i tuoi più grandi risultati.

Non c’è bisogno di scrivere un riepilogo particolarmente lungo, bastano dei brevi paragrafi che vanno dritto al punto. Inoltre, se la tua esperienza lavorativa passata si distacca da ciò che vorresti fare in futuro, questa è la sezione giusta in cui spiegarlo.

6. Richiedi il tuo URL

Appena sotto la foto e l’headline si trova l’URL del tuo profilo. Un URL personalizzato aumenterà le tue visualizzazioni e renderà più facili le reindirizzazioni al tuo profilo.

Ecco come personalizzare il tuo URL:

  1. Vai sul tuo Profilo
  2. Clicca sulla matita per aprire la scheda di modifica
  3. Clicca sulla matita vicino a “URL profilo, Email, ID WeChat”
  4. Clicca sull’URL del tuo profilo
  5. Clicca sulla matita vicino a “Modifica il tuo URL personalizzato”
  6. Personalizza il tuo URL!

7. Chiedi delle Referenze

Nonostante non aumentino le tue possibilità di comparire nei risultati di ricerca dei selezionatori, un buon set di referenze fa sicuramente un ottimo effetto. Averle ti permette di mostrare le tue potenzialità al mondo dei recruiter. Chiedi referenze ai tuoi colleghi, ai clienti, ai manager… Cerca di averne almeno una per ogni lavoro che hai fatto!

8. Sistema gli ultimi dettagli

Ecco, infine, una serie di sezioni che solitamente vengono ignorate. Certo, non sono il punto centrale del tuo profilo, però sono importanti per renderti più presente sulla piattaforma.

  • Le compagnie che segui: a volte i selezionatori controllano i propri followers e contattano coloro che sembrano dei buoni candidati per l’azienda.
  • Gruppi: entrare a farne parte è un ottimo modo per conoscere nuove persone. Inoltre, segnalano i tuoi interessi e mettono in luce le tue aree di competenza.
  • Certificati e premi: è il momento di celebrarsi! Se hai ricevuto un premio significativo o hai ottenuto una certificazione, condividilo sul tuo profilo.
  • Interessi personali: non è una sezione importante (o addirittura appropriata) per ogni settore, ma, in ogni caso, aggiungere qualche hobby o qualche interesse ti farà sembrare più alla mano.

Ricorda: il tuo profilo racconta la tua storia, ciò che sei, ciò che hai fatto e ciò che vorrai fare in futuro. Non è quindi sufficiente sistemarlo un giorno e poi lasciarlo lì per mesi, dimenticandotene. Deve essere aggiornato e migliorato con costanza! LinkedIn ti dà l’opportunità di collegarti costantemente a nuove opportunità e nuove persone; l’importante è essere preparati.

Ora che hai creato un profilo LinkedIn perfetto, passiamo alla fase successiva! Continua a seguirci sul nostro blog per ricevere utili consigli su come scrivere un curriculum perfetto o una lettera di presentazione efficace.

Se invece hai bisogno di un supporto concreto nella ricerca di lavoro, prova uno dei servizi online Jobiri, il tuo consulente di carriera digitale intelligente:

Registrati adesso, le prime 24 ore sono gratuite!

Post correlati