Dopo una lunga e faticosa ricerca, hai finalmente trovato la posizione lavorativa perfetta per te. Hai inviato il tuo curriculum, hai preparato una lettera di presentazione efficace e d’effetto e ora stai aspettando il momento in cui ti chiameranno per un colloquio.

Sei in trepidante attesa e non riesci a stare con le mani in mano! Ecco, questo è il momento perfetto per scoprire come migliorare il tuo profilo LinkedIn. L’obiettivo è quello di modificarlo in linea alla posizione per cui ti stai candidando, così da mostrare che sei il match perfetto per il ruolo a cui aspiri.

Sappiamo che può sembrare un processo lungo, faticoso e noioso, soprattutto se non hai molto tempo da dedicargli. Ma non ti preoccupare, abbiamo la soluzione giusta per te! Ecco come scrivere un profilo LinkedIn perfetto, rendendolo a prova di recruiter, in meno di 30 minuti. Impossibile? Vediamo se la penserai ancora così dopo aver letto l’articolo.

Prima di iniziare

Soprattutto se stai cercando di cambiare lavoro e non l’hai ancora detto a nessuno dei tuoi colleghi, dei tuoi clienti o dei tuoi capi, devi stare attento ai cambiamenti che fai sul tuo profilo LinkedIn. Infatti, se queste persone notano che stai cambiando molti elementi sul tuo profilo potrebbero iniziare a farsi delle domande.

Quindi, prima di iniziare con queste modifiche, controlla di aver disattivato la sezione relativa alle notifiche.

  1. Clicca sul triangolo di fianco al tuo avatar
  2. Clicca su Impostazioni e Privacy
  3. Vai sulla sezione “Come gli altri vedono la tua attività su LinkedIn
  4. Vai sulla sezione “Condividi cambi di lavoro, modifiche alla formazione e anniversari lavorativi del profilo”
  5. Clicca su NO.

Una volta fatto questo, sei finalmente pronto! Leggi come migliorare il tuo profilo LinkedIn e renderlo a prova di recruiter in meno di 30 minuti.

Modifica o crea il tuo Riepilogo

Se non ne hai mai scritto uno, ora dovrai faticare un po’ di più. Il riepilogo è un elemento fondamentale per il tuo profilo LinkedIn poiché è la sezione in cui puoi spiegare il tuo percorso professionale, gli obiettivi che hai raggiunto, i ruoli che hai coperto e in maniera più generale, chi sei.

Non devi scrivere un riepilogo particolarmente lungo: ricorda, i recruiter non dedicano 15 minuti per leggere il riepilogo di ogni singolo candidato. L’importante è essere sintetici, concisi ma soprattutto efficaci. Deve essere ad effetto, in grado di riassumere tutto il tuo percorso ma deve farlo in maniera accattivante, catturando l’attenzione dei selezionatori.

Ora che hai inviato una candidatura per un ruolo specifico, il tuo riepilogo deve essere in linea con quella posizione lavorativa. Prendi la job description per la posizione per cui ti sei candidato e confrontala con altre per lo stesso ruolo. Guarda gli elementi e i requisiti in comune e scrivi il tuo riepilogo alla luce di queste informazioni.

È richiesta una grande capacità di problem solving, di lavorare in team e di leadership? Scrivi il tuo riepilogo sottolineando quanto tu sia forte in questi ambiti. Ovviamente cerca di rimanere onesto: non mentire, se non possiedi queste caratteristiche concentrati su altri elementi presenti nella job description.

Cerca anche di inserire le principali keyword relative al tuo settore, ovviamente senza esagerare: il tuo riepilogo deve essere spontaneo e genuino, non forzarlo inserendo 6 parole chiave in ogni frase. Se vuoi maggiori informazioni su come preparare il tuo riepilogo Linkedin, leggi il nostro articolo “Riepilogo di Linkedin: come usarlo per differenziarsi dagli altri candidati“.

Cambia il tuo sommario

Hai 120 caratteri per scrivere ciò che vuoi all’interno del sommario: il tuo obiettivo è quello di renderlo forte in termini SEO e accattivante per i selezionatori. Ad esempio:

Prima: Marketing Associate presso [Nome dell’azienda]

Ora: Marketing Associate

Content Strategist

Copywriter

Storyteller

Aiuto le aziende a coinvolgere il pubblico e a creare il proprio brand

Aggiorna e riorganizza le tue skills

Riguardando l’offerta di lavoro per cui ti sei candidato e altre sempre per la stessa posizione lavorativa, avrai notato che ci sono alcune skills che ritornano in tutte le job description. Quali sono le più richieste? Le possiedi? Probabilmente sì, dato che hai inviato la candidatura.

Ecco, ora è importante metterle in evidenza anche sul tuo profilo LinkedIn. Metti le più comuni e le più importanti in cima alla lista; se invece, prima, avevi inserito delle skills che hanno poco a che fare con la posizione per cui ti sei candidato, eliminale. LinkedIn ti permette di inserirne fino a 50 ma, diciamolo, non c’è nessun motivo per caricare il tuo profilo con una lista così lunga.

Rileggi e controlla l’ortografia!

Dopo che hai sistemato il tuo profilo, aggiungendo nuove sezioni e testi, è importante verificarne l’ortografia. Puoi copiare e incollare le varie sezioni su Word e fare un veloce controllo ortografico.

Rileggi anche le frasi ad alta voce, verifica che suonino bene insieme e che non ci siano elementi di dissonanza. Scrivi in maniera chiara e scorrevole: evita frasi infinitamente lunghe e troppo complesse.

Ora che hai scoperto come migliorare il tuo profilo LinkedIn in meno di 30 minuti, continua a seguirci sul nostro blog per leggere altri articoli utili, per esempio su come scrivere una lettera di presentazione efficace. Inoltre, ogni martedì, potrai leggere un nuovo articolo della rubrica #HRaColloquio in cui esperti del mondo HR condividono preziosi consigli e suggerimenti su come affrontare in maniera efficace la ricerca di lavoro.

Se invece hai bisogno di un supporto concreto nella ricerca di lavoro, prova uno dei servizi online Jobiri, il tuo consulente di carriera digitale intelligente:

Registrati adesso, le prime 24 ore sono gratuite!

Leave A Comment