Il servizio civile nazionale è un’esperienza di volontariato (nella maggior parte dei casi) che può essere svolta dai giovani dai 18 ai 26 di ambo i sessi.

Si tratta di percorso di formazione civica, sociale, culturale e professionale praticato attraverso attività di assistenza nell’ambito della cooperazione nazionale ed internazionale e della tutela del patrimonio ambientale, storico, artistico e culturale.

Se anche tu hai svolto il servizio civile, saprai bene che si tratta di un’importante esperienza che vale la pena includere nel CV, soprattutto se sei un candidato con poca esperienza alle spalle.

Non ti preoccupare se non sai come inserire il servizio civile nel curriculum, l’articolo che segue è pensato proprio per chi come te non ha idea di come procedere e vuole approfondire questa tematica.

Come inserire il servizio civile nel curriculum: le diverse opzioni

Sapere come scrivere sul curriculum il servizio civile è molto importante, in quanto non solo ti permette in certi casi di attrarre maggiormente l’attenzione dei recruiters, ma ti consente anche di inserire un’esperienza strutturata e valida nel CV, qualora tu sia alle prime armi. Ecco perché bisogna sapere come procedere, proprio per dare il giusto spazio ed enfasi a questa preziosa esperienza. 

La questione di come scrivere servizio civile nel curriculum va approfondita nel dettaglio, in quanto non c’è un’unica opzione giusta da seguire. Esistono, infatti, diverse modalità attraverso cui inserire efficacemente il servizio civile nel CV. Sono due quelle principali che abbiamo individuato per te:

  1. Inserire il servizio civile nella sezione delle esperienze professionali
  2. Creare una sezione ad hoc dove inserire il servizio civile

Vuoi rendere impeccabile il tuo CV e attrarre più facilmente l’attenzione dei selezionatori? Scegli il CV Builder di Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente che accelera il tuo inserimento nel mercato del lavoro. Grazie al CV Builder puoi creare un curriculum personalizzato ed efficace, partendo da decine di modelli professionali testati sul campo direttamente con i datori di lavoro. Che cosa aspetti? Scegli il formato che preferisci cliccando qui.

Come inserire il servizio civile sul curriculum: le esperienze professionali

Tra le opzioni da prendere in considerazione per scrivere il servizio civile nel CV, c’è quella di inserirlo tra le esperienze professionali.

Puoi, dunque, includere il servizio civile nella sezione delle esperienze professionali (solitamente in ordine cronologico partendo dalla più recente), seguendo lo stesso schema utilizzato per descrivere queste ultime. L’importante è scrivere sempre la data di inizio e fine dell’esperienza, l’ente e/o il progetto a cui hai partecipato e una breve descrizione delle attività svolte.

Un esempio concreto può essere: 

“Esperienze professionali

4/4/2021 – 4/9/2021   Volontario Servizio Civile Nazionale

Collaborazione nell’ambito del [nome progetto]

Volontario del Servizio Civile Nazionale impegnato in opere di assistenza per eventi pubblici di promozione del territorio e assistenza presso gli sportelli del Comune [nome città]”

Come scrivere sul curriculum il servizio civile: una sezione dedicata

L’alternativa all’aggiunta del servizio civile tra le esperienze professionali è la creazione di una sezione ad hoc dal titolo “Esperienze di volontariato” o simili.

Puoi decidere di aggiungere questa sezione dopo le esperienze professionali o tra queste ultime e la sezione delle competenze. Anche in questo caso, è utile includere il momento di inizio e fine del servizio civile, l’ente per cui lo hai svolto o il nome del progetto che hai seguito e le principali responsabilità che ti sono state assegnate.

In merito a quest’ultimo punto, prova sempre ad inserire delle parole chiave in grado di far capire in maniera immediata ai recruiters la tipologia di esperienza che hai svolto.

Un pratico esempio può essere:

“Esperienza di volontariato

Da maggio 2020                    Bari

A dicembre 2020         Collaboratrice nell’ambito di [nome progetto] 

Responsabilità:

  • Collaborazione con il Banco Alimentare della Puglia per il procacciamento, il confezionamento e la consegna di beni alimentari presso chiese e parrocchie della comunità barese e delle comunità limitrofe
  • Volontariato e assistenza presso comunità di immigrati senza tetto

Servizio civile nel CV: le competenze

Infine, sapere come inserire il servizio civile nel curriculum implica anche includere le principali competenze che hai acquisito.

Il servizio civile è, infatti, un’esperienza che permette di accrescere e migliorare soprattutto le soft skills o competenze trasversali, che, ad oggi, risultano fondamentali in qualsiasi contesto lavorativo.

Tra le principali soft skills ci sono le capacità comunicative, decisionali, analitiche, di organizzazione delle attività, di gestione dello stress, di risoluzione dei problemi: tutte competenze trasversali che un’esperienza come il servizio civile può averti dato modo di acquisire e che, aggiunte al CV, ti permettono di fare la differenza. 

Pertanto, oltre ad inserire il servizio civile tra le esperienze professionali o in una sezione ad hoc, ricordati anche di inserire quelle sopra citate o altre competenze che ritieni di aver acquisito durante quest’esperienza.

Hai bisogno di inviare, insieme al tuo CV, una lettera di presentazione valida ed impeccabile per la tua prossima candidatura? Affidati al Letter Builder di Jobiri! Grazie a questo strumento puoi creare in tempi record e facilmente una Cover Letter perfetta, scegliendo esempi di frasi suggeriti dai migliori recruiters e selezionatori. Fatti richiamare subito per un colloquio. Registrati qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati

Trova lavoro ora