Stai cercando lavoro e sei alla prima esperienza? Niente panico, anche se molti ti diranno di essere nel labirinto del cosiddetto “Permission Paradox”. Si tratta di una sorta di trappola a causa della quale cerchi lavoro ma sei senza esperienza e nello stesso tempo non puoi fare esperienza senza un lavoro.

Dunque, come uscire dalla trappola? A tutto c’è una soluzione! Trovare lavoro senza esperienza è, infatti, una condizione che accomuna la maggior parte dei candidati che hanno appena terminato gli studi e che si stanno affacciando al mondo del lavoro.

Anche se la prima esperienza di lavoro può sembrare inizialmente irraggiungibile, la giusta preparazione e una buona dose di motivazione possono sicuramente renderla concreta. Nei prossimi paragrafi ti daremo alcuni consigli su come trovare facilmente lavoro senza esperienza e sugli errori da non commettere, prima e dopo l’assunzione!

I 4 step per trovare facilmente la tua prima esperienza di lavoro

“Cerco lavoro, prima esperienza”, “Prima esperienza di lavoro”, “Offerte di lavoro prima esperienza” sono soltanto alcune delle parole chiave che avrai sicuramente utilizzato nelle tue ricerche su Google.

Se i risultati di queste ricerche non hanno soddisfatto le tue aspettative, è probabile che stai percorrendo la strada sbagliata. Per raggiungere il tuo obiettivo occorre infatti chiederti prima di tutto: cosa serve per trovare lavoro anche se sei alla prima esperienza? Ho tutte le carte in regola per farlo?

Porti queste domande significa capire quali sono gli step che già durante il tuo percorso di studi è utile percorrere per ottenere la giusta visibilità agli occhi dei recruiters. Sono 4 i principali step che ti guideranno verso il tuo obiettivo:

  1. Impara a scrivere un CV efficace
  2. Scrivi una lettera di presentazione
  3. Cura la tua immagine sul web e i sui social
  4. Crea un network ampio

1. Impara a scrivere un CV efficace

Saper scrivere un curriculum efficace è un ottimo punto di partenza per essere notati dai selezionatori. Un CV valido contiene innanzitutto una breve descrizione di te stesso e delle competenze (anche poche inizialmente) che il tuo percorso di studi ti ha permesso di acquisire.

Dopo le informazioni di contatto (domicilio, numero di cellulare, indirizzo e-mail) che seguono la tua presentazione, inserisci le sezioni riguardanti il tuo percorso formativo (la/le università che hai frequentato) e le tue esperienze professionali. Se non le hai o ne hai poche, prova a focalizzare l’attenzione su altre sezioni: inserisci, per esempio, alcune soft skills che possiedi (buona capacità di comunicazione, empatia, intelligenza emotiva, etc.) e hobby o interessi che ti contraddistinguono.

2. Scrivi una lettera di presentazione

E’ sempre utile accompagnare il tuo CV con una lettera di presentazione. Gli aspetti più importanti da inserire nella tua lettera di presentazione se non hai esperienze lavorative pregresse riguardano principalmente le tue attitudini e abilità personali.

Se, infatti, le hard skills sono facilmente acquisibili con corsi di formazione e master, l’attitudine ed il carattere di una persona sono aspetti molto più difficili da perfezionare in corso d’opera. Pertanto, metti in luce questi ultimi per assicurarti di fare una buona impressione! In particolare, spiega perché desideri lavorare proprio in quell’azienda, e perché ritieni di poter essere una valida risorsa.

3. Cura la tua immagine sul web e sui social

Un altro elemento molto importante da curare per avere successo con i recruiters e avere più probabilità di essere selezionati è la tua immagine sui social e in particolare su LinkedIn.

Se ancora non lo hai fatto, crea un profilo LinkedIn, che è una delle piattaforme professionali più utilizzate, ed inizia a condividere contenuti per lo più in linea con il ruolo o settore di tuo interesse.

4. Crea un network ampio

Per trovare velocemente opportunità di lavoro che fanno al caso tuo, è fondamentale anche creare e curare il tuo network, ossia la tua rete di contatti, sia online che offline. Attraverso il passaparola e la conoscenza, virtuale o fisica, di tante persone hai infatti non solo la possibilità di accedere ad opportunità sconosciute, ma anche di far sì che gli altri sappiano il tipo di carriera che vuoi intraprendere.

Questi 4 step ti permettono, dunque, di avere maggiori possibilità di trovare lavoro anche se è la tua prima esperienza.

Vuoi creare un CV efficace ma non sai come fare in quanto non hai esperienze professionali da inserire? Non scoraggiarti, ci pensa il CV Builder Jobiri! Grazie a questo strumento puoi scegliere il formato più adatto alle tue esigenze, mettendo in risalto le tue soft skills e i tuoi punti di forza. Fai emergere il tuo talento e il tuo potenziale di crescita con un CV perfetto. Basta cliccare qui.

5 errori comuni di chi è alla prima esperienza di lavoro

Se stai cercando lavoro ed è questa la tua prima esperienza, è bene fare attenzione a non commettere alcuni errori, sia prima che dopo l’assunzione. Quali sono i più comuni? Ne abbiamo individuati 5, 3 da non commettere prima dell’assunzione e 2 dopo.

3 errori da non commettere prima dell’assunzione

1. Scoraggiarti

Se è vero che trovare lavoro quando sei alla prima esperienza può essere faticoso e stressante, è anche vero che scoraggiarti e farti prendere dalla paura di non farcela non è la soluzione. Lasciarti andare a pensieri negativi ti porterà, infatti, ad avere meno stimoli e volontà di proseguire la tua ricerca con la giusta carica. Tieni sempre presente, pertanto, che solo tanta motivazione e determinazione possono farti raggiungere l’obiettivo prefissato!

2. Non scrivere la lettera motivazionale

Un altro errore comune che molti candidati commettono quando cercano lavoro senza esperienza è quello di non scrivere la lettera motivazionale. Inviando solo un CV Entry Level, si corre il rischio di passare completamente inosservati agli occhi dei selezionatori. Prova, pertanto, ad accompagnare il tuo curriculum con una Cover Letter in cui metti in luce le tue competenze e le motivazioni che ti spingono a candidarti proprio per quella posizione!

3. Candidarti a qualsiasi offerta

Se non hai esperienza e stai cercando lavoro, candidarti a qualsiasi tipologia di posizione non è la strada giusta da percorrere. Non avendo le competenze adeguate per ricoprire certi ruoli, si corre infatti il rischio di essere scartati dai selezionatori. Candidarsi a una posizione Entry Level è, invece, un’ottima mossa per te che ti stai affacciando al mondo del lavoro.

2 errori da non commettere dopo l’assunzione

1. Smettere di curare il tuo network

Uno degli errori più pericolosi che tu possa commettere dopo l’assunzione è quello di smettere di curare il tuo network. Iniziare un nuovo lavoro ed entrare in un contesto lavorativo non significa, infatti, “dimenticarti” della tua rete di contatti: quest’ultima va sempre coltivata e ampliata, in quanto ti sarà sempre utile sia per un confronto e un aggiornamento costanti, sia nel caso di valutazione di nuove opportunità lavorative.

2. Concentrarti solo sulle hard skills

Dopo aver trovato lavoro fai di tutto per acquisire competenze nel tuo settore di riferimento? Fai benissimo, ma accanto a queste non dovresti mai dimenticarti dell’importanza delle soft skills! Uno degli errori che la maggior parte dei candidati appena assunti commettono è, infatti, quello di concentrarsi troppo sulle hard skills, trascurando quelle competenze trasversali come la capacità di comunicare, il team working, l’empatia etc., che sono sempre più richieste dai recruiters.

Vuoi migliorare le tue soft skills ed iniziare la tua carriera nel migliore dei modi? Affidati al Career Coaching Jobiri! Sappiamo bene che trovare il tuo primo lavoro, dare concretezza alle tue passioni e costruire una carriera brillante può essere tutt’altro che semplice se lo fai in autonomia: perché allora non affidarti al supporto costante di un professionista esperto? Parla subito con un coach e dai una svolta alla tua vita professionale registrandoti qui!

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati