perchè_non_trovo_lavoro

La ricerca di un nuovo lavoro può essere un’esperienza frustrante e stressante, sia dal punto di vista fisico che mentale.

I candidati in cerca di lavoro devono fare i conti con una serie di fattori che possono ostacolare o quanto meno limitare le probabilità di successo: il possesso o meno di determinate competenze, la presentazione di un curriculum più o meno efficace e personalizzato, la presenza di un’elevata competizione nel settore di interesse e così via.

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 150.000 persone

career_coaching_vs_career_counseling

“Perchè non trovo lavoro?” è una delle domande che i candidati si pongono più frequentemente e alla quale hanno difficoltà a dare una risposta se non possiedono una panoramica più generale e completa di tutti i motivi che ci possono essere dietro una mancata assunzione. Ecco la ragione per cui nei prossimi paragrafi abbiamo deciso di analizzare 18 possibili motivi per dare una risposta alla domanda “perchè non trovo lavoro?”

Perchè non trovo lavoro? Ecco 18 motivi per cui succede e come superarli

Come detto prima, la ricerca di un nuovo lavoro richiede una buona dose di impegno, preparazione e dedizione. Tuttavia, può capitare che questi 3 “ingredienti” non bastino per ottenere il lavoro che desideri in quanto entrano in gioco altre cause che diventano automaticamente ostacoli.

Conoscere i motivi per cui non riesci a trovare lavoro è, dunque, fondamentale in quanto:

  • ti permette di avere una panoramica completa delle principali cause per cui ciò può accadere;
  • ti consente di fare un’autovalutazione della situazione in cui ti trovi per capire dove agire per migliorare.

Di seguito, trovi 18 motivi per rispondere alla domanda “perchè non trovo lavoro” e le soluzioni per superarli in maniera efficace.

Contatta un consulente di carriera

I nostri career coach possono aiutarti a trovare un nuovo lavoro e nella tua crescita professionale

1) Non hai le competenze adeguate

“Perchè non trovo lavoro?”: una delle risposte a questa domanda è sicuramente la mancanza delle giuste skills per ricoprire la posizione a cui ti stai candidando. Le competenze rientrano solitamente tra le prime cose che i selezionatori prendono in considerazione per assicurarsi, appunto, che sei il candidato adatto per assumere quel ruolo. Pertanto, se non ti richiamano per un colloquio, uno dei motivi potrebbe essere proprio questo. Durante la tua ricerca lavoro, quindi, leggi in maniera approfondita la job description e assicurati di possedere la maggior parte delle competenze necessarie per ricoprire quel ruolo. Se, invece, non hai alle spalle l’esperienza desiderata dall’azienda, prendi in considerazione la possibilità di candidarti per una posizione di livello più basso.

2) Ci sono errori nel curriculum

Anche piccoli errori nel curriculum possono rovinare le tua possibilità di ottenere un nuovo lavoro. I responsabili delle assunzioni prestano, infatti, molta attenzione sia ad errori di ortografia, scarsa chiarezza o un layout poco adatto, sia all’aggiornamento stesso del CV in questione. Pertanto, prima di inviare il tuo curriculum e candidarti per una posizione che ti interessa domandati sempre: “Ci sono errori grammaticali o di ortografia nel CV?”, “Ho aggiornato il CV in modo tale da personalizzarlo sulla base della posizione per cui mi sto candidando?”. In questo modo, limiti le possibilità di poter essere scartato a causa del mancato aggiornamento del tuo curriculum o per la presenza di errori.

3) Investi poco tempo nella ricerca lavoro

Perchè non trovo lavoro? Un altro dei motivi frequenti per cui succede questo è quello di investire poco tempo nell’attività di ricerca lavoro. Non puoi aspettarti, infatti, di ottenere il lavoro che vuoi solo dopo una manciata di application inviate. Se questo succede, è raro. Nella maggior parte dei casi, raggiungi il traguardo che desideri dopo un aver investito abbastanza tempo (inclusi impegno, dedizione e pazienza). Il nostro consiglio è, pertanto, quello di considerare la tua ricerca di lavoro come essa stessa un lavoro e di creare un piano d’azione che ti permetta di stabilire obiettivi concreti e chiari.

4) Hai orizzonti limitati

Se focalizzi la tua attenzione solo su un’unica posizione e un unico settore, ottenere un’offerta valida e interessante risulterà molto più difficile. Le opportunità disponibili, infatti, saranno molte di più se provi ad ampliare i tuoi confini e provare a valutare anche posizioni simili a quella per cui vorresti applicare. Per fare ciò, concentrati sulle tue capacità e sui tuoi punti di forza per capire quali altri ruoli potrebbero “matchare” bene con quanto stai cercando: è molto probabile che, attraverso questa analisi, scopri di poter rivolgere la tua attenzione verso molte più posizioni di quanto tu possa credere.
In alternativa, puoi optare per spostarti verso un settore differente dal tuo per ampliare il ventaglio delle tue esperienze e acquisire nuove competenze.

5) Stai trascurando l’importanza del networking

Uno degli errori più grandi che puoi commettere quando cerchi un nuovo lavoro è quello di non sfruttare e coltivare le relazioni con il tuo network, ossia la rete di contatti professionali. Tieni in considerazione che la tua prossima opportunità di lavoro potrebbe dipendere sia da risposte ad annunci online, sia dalla condivisione della tua ricerca con colleghi e altri contatti professionali. Il tuo network è, dunque, fondamentale poichè ti permette di creare connessioni che vanno al di là delle candidature online. Pertanto, il nostro consiglio è quello di non esitare a contattare ex datori di lavoro, colleghi o conoscenti che lavorano nel settore per chiedere loro informazioni e condividere le specifiche del lavoro che stai cercando. Il tuo obiettivo deve essere quello di informare i tuoi contatti della tua ricerca e parlare apertamente della direzione che vuoi dare alla tua carriera.

6) Il settore in cui stai applicando è altamente competitivo

Perchè non trovo lavoro? Un’altra possibile causa può senz’altro essere l’elevata competizione presente nel settore in cui vorresti inserirti. Se lavori in un settore altamente competitivo, infatti, significa che ci sono numerosi altri candidati qualificati che vorrebbero ricoprire il tuo stesso ruolo. La cosa migliore da fare in questi casi è adottare strategie per distinguersi dagli altri: potenziare le tue skills attraverso corsi di formazione, master, seminari, ecc ti permette senz’altro di offrire all’azienda quel quid in più che ti rende unico e diverso dagli altri.

7) Non hai personalizzato abbastanza il tuo curriculum

Un’altra risposta possibile al tuo “perchè non trovo lavoro” è la scarsa personalizzazione del tuo CV, cosa a cui i selezionatori prestano molta attenzione. Personalizzare il tuo curriculum significa sostanzialmente “adattarlo” alla posizione per cui ti stai candidando e a ciò che viene richiesto nella job description. Se, quindi, tendi ad inviare lo stesso curriculum per ogni candidatura, cambia strada! Personalizzare il CV richiede indubbiamento più tempo ed impegno, ma ripaga offrendoti maggiori possibilità di successo. Inserisci, dunque, solo le esperienze rilevanti per ricoprire il ruolo per cui ti stai candidando e metti in evidenza quelle skills che sono fondamentali per essere il candidato ideale: in questo modo, risulterai davvero “su misura” per quel lavoro.

8) I selezionatori sono preoccupati per il job hopping

Un tempo il job hopping, ossia la tendenza del candidato a cambiare spesso lavoro, rappresentava un fattore discriminante per i datori di lavoro. Oggi, tendenzialmente, non è più sempre così, ma alcune aziende (e questo dipende anche dal tipo di contratto e di posizione che stanno offrendo) sono restie ad assumere persone che ritengono non rimarranno a lungo. E questa impressione la si può dare attraverso un CV in cui vengono mostrati frequenti cambi di lavoro.

Non c’è sicuramente niente di male a cambiare frequentemente lavoro se non ne trovi nessuno che ti soddisfa pianamente, ma il nostro consiglio è quello di rassicurare i recruiters sui motivi che ti hanno spinto a farlo e sul fatto che, nell’azienda in questione, hai intenzione di crescere e fare carriera.

Prova, dunque, ad includere nel tuo CV una breve spiegazione del motivo che ti ha spinto a cambiare più volte lavoro e sottolinea la tua dedizione allo sviluppo professionale e l’interesse ad applicare le tue competenze a beneficio dell’organizzazione.

9) Ci sono lacune non colmate nella tua carriera professionale

Altra risposta probabile al “perchè non trovo lavoro” è la presenza di lacune non colmate nel tuo percorso professionale. Se un’azienda non è preoccupata per il fatto che tu possa cambiare lavoro frequentemente, potrebbe esserlo per i vuoti occupazionali presenti nel tuo CV e considerarli un segnale negativo.

Anche in questo caso, non c’è nulla di male nel prendersi una pausa dal lavoro per problemi personali o altro, ma la chiave vincente è sempre quella di fornire una spiegazione. Parla, per esempio, delle tue pause dal lavoro nella lettera di presentazione in modo tale da non renderle più un problema per i selezionatori.

Che la tua pausa dipenda dalla nascita di un bambino, da un momento di riflessione sui tuoi obiettivi professionali, dal sopraggiungere di una malattia, dalla necessità di assistere un tuo caro, non importa: ciò che conta è, per quanto te la senti e per quanto sia possibile, parlarne.

10) Non hai sufficienti esperienze lavorative

Può capitare anche che il motivo per cui non trovi lavoro sia legato alla mancanza di sufficienti esperienze professionali in quell’ambito. I selezionatori, infatti, tengono molto in considerazione la presenza o meno di esperienze svolte nel settore specifico in cui stai cercando lavoro. Problematiche di questo genere sorgono, per esempio, quando vuoi candidarti per un ruolo di leadership non avendo mai svolto ruoli simili: in questo caso, pur avendo lavorato in quel settore, il tuo CV non mostra alcuna precedente esperienza di leadership o responsabilità rilevanti.

Dunque, se ti trovi ad affrontare una situazione simile, prendi in considerazione la possibilità di chiedere al tuo attuale datore di lavoro di ricoprire gradualmente ruoli che implicano una maggiore responsabilità per acquisire l’esperienza necessaria che ti serve per candidarti poi a posizioni simili. In alternativa, anche master o corsi online possono permetterti di potenziare delle skills che non hai e dissuadere i selezionatori dalla tua mancanza di esperienza.

11) Non hai dedicato tempo ad allenarti per affrontare efficacemente il colloquio

Perchè non trovo lavoro? Tra le cause può anche rientrare la tua mancanza di allenamento per affrontare efficacemente il colloquio di lavoro. Ciò riduce, senza dubbio, le possibilità di ottenere quel lavoro in quanto i selezionatori si accorgeranno subito della tua impreparazione. Sebbene l’andamento di un colloquio sia molto soggettivo e dipendente sia dalle circostanze sia dalle persone coinvolte, ci sono tuttavia domande frequenti che i recruiters tendono a porre durante l’intervista.

Il nostro consiglio è, pertanto, quello di fare ricerche sulla lista di domande più comuni poste ai colloqui e di prepararti bene su queste ultime, allenandoti a rispondere in maniera efficace, concisa e chiara. Mostrare sicurezza e preparazione è il primo passo per fare un’ottima impressione sui selezionatori.

12) Non hai fatto ricerche sull’azienda

La mancanza di ricerche sull’azienda è un altro motivo per cui potresti avere difficoltà a trovare un nuovo lavoro. E’ importante conoscere quanto più possibile l’azienda, la sua storia, i suoi valori, la sua mission e così via. Molti dei primi colloqui telefonici e non comprendono, infatti, domande relative proprio a questo e per rispondere è necessaria una solida conoscenza dell’organizzazione.

Non fare ricerche sull’azienda è, pertanto, un errore che potrebbe (anche in maniera infondata) far credere ai selezionatori che sei un candidato caratterizzato da scarso impegno ed interesse.

13) Hai troppe qualifiche (più di quante siano richieste)

Ebbene sì, anche essere troppo qualificati può rappresentare uno dei motivi per cui non riesci a trovare lavoro. Avere tante skills o qualifiche non è certo una cosa negativa, ma tutto dipende sempre dalla posizione che vorresti ricoprire. La cosa migliore da fare in questo caso è sottolineare come vorresti mettere in pratica le tue competenze per svolgere quel lavoro nel modo migliore possibile ma, attenzione: concentrati soprattutto sulle competenze che hai e che sono richieste per quella posizione!

14) Non hai “feeling” con la cultura aziendale

I datori di lavoro cercano tendenzialmente candidati che si adattano alla cultura aziendale e che abbiano possibilmente valori e abitudini lavorative simili a quelli seguiti dall’organizzazione. Pertanto, uno dei motivi per cui potresti non trovare lavoro o comunque non essere richiamato per un colloquio è proprio lo scarso “feeling” con la cultura aziendale. Nella tua ricerca di informazioni sull’azienda, quindi, focalizzati principalmente su questo aspetto e capisci cosa è davvero importante che i dipendenti di quell’azienda abbiano, credano o seguano. Se per qualunque motivo dovessi sentirti molto distante da quei valori, opta per provare ad adattarti o per un cambio di direzione.

15) Manifesti emozioni negative

I colloqui non si limitano a valutare le tue competenze, ma rappresentano piuttosto un’occasione per i selezionatori per conoscerti meglio, capire che tipo di persona sei attraverso il tuo linguaggio verbale e soprattutto non verbale. Ebbene, se durante il colloquio ti è capitato di mostrare emozioni o stati d’animo negativi, questi ultimi possono senz’altro influenzare negativamente l’impressione che i recruiters avranno di te. Frustrazione o rabbia mentre racconti del tuo precedente lavoro o del tuo ex datore di lavoro, eccessivo vittimismo, poco entusiasmo e molto altro sono tutti stati d’animo da evitare di manifestare durante un colloquio di lavoro. Il nostro consiglio è quello di rimanere positivi e professionali, mostrando calma e sicurezza.

16) Dai poco importanza al personal branding sui social network

“Perchè non trovo lavoro?”: “Perchè dai poca importanza al personal branding sui social media” è un’altra valida risposta! I social network rappresentano in ogni fase della carriera un importante trampolino di lancio per ottenere visibilità presso recruiters e potenziali datori di lavoro. LinkedIn è sicuramente uno dei social network professionali più importanti in cui essere presenti per:

  • pubblicare contenuti di valore
  • parlare e condividere esperienze, idee ed opinioni con la tua rete

Se finora non hai fatto ciò per mancanza di tempo o altri motivi, inizia a farlo e vedrai sicuramente maggiormente apprezzato e valorizzato il tuo profilo professionale.

17) Non hai fatto domande durante il colloquio

Un’altra causa che ci sentiamo di menzionare in risposta al tuo “perchè non trovo lavoro” è l’assenza di domande poste durante il colloquio. Ciò che devi sapere, infatti, è che il colloquio di lavoro non è solo l’occasione in cui i selezionatori pongono domande a te candidato, ma è anche il momento in cui tu candidato devi essere pronto a porre domande ai recruiters. Le domande che poni (solitamente alla fine del colloquio) possono essere varie e servono a te per chiarire dubbi e perplessità che hai, ricevere maggiori informazioni riguardo alla posizione e dare ai recruiters un’impressione molto positiva sul tuo interesse e la tua proattività. La mancanza di domande pertinenti e significative da parte tua ai selezionatori durante il colloquio potrebbe quindi causa di un’impressione negativa che i recruiters potrebbero avere di te.

18) Non hai fatto una buona impressione ai selezionatori

Infine, un ostacolo alla tua ricerca di un nuovo lavoro potrebbe semplicemente consistere nel fatto che non hai lasciato una buona impressione ai selezionatori durante il colloquio.

I motivi per cui può succedere questo sono tanti e vari, alcuni li abbiamo elencati sopra, altri riguardano:

  • scarso interesse percepito nei confronti del lavoro
  • mancanza di entusiasmo
  • eccessiva insicurezza
  • risposte inadeguate

Ecco, i colloqui, come detto sopra, sono imprevedibili e richiedono sempre una preparazione approfondita e mai scontata. Il nostro consiglio è quello di dedicare sempre un’attenzione meticolosa al linguaggio verbale e paraverbale che usi e di veicolare informazioni e trasmettere idee sempre in maniera chiara, senza divagare.

Stai cercando un nuovo lavoro a Milano e hai bisogno del supporto di un professionista per raggiungere il tuo obiettivo rapidamente e in maniera più facile? Affidati a un Career coach a Milano , un esperto di carriera che ti supporta nella creazione di una strategia efficace di ricerca lavoro, ma ti offre anche tattiche e tips per massimizzare le tue possibilità di successo. Che cosa aspetti? Scegli subito il tuo coach qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati