Il career coaching è una pratica ormai molto diffusa che consiste nell’inizio di un percorso con un esperto professionista, un career coach appunto, che ha il compito di supportarti nel raggiungimento di determinati obiettivi professionali.

Possono essere tante le necessità e/o le motivazioni che possono spingerti, in qualunque fase della tua carriera, ad iniziare un percorso di career coaching:

  • Necessità/volontà di cambiare lavoro
  • Insoddisfazione nei confronti del tuo lavoro
  • Desiderio di crescere professionalmente
  • Necessità di fare il punto della situazione su te stesso e capire quali sono i tuoi punti di forza e debolezza
  • Potenziare alcune soft skills
  • Allenarti a superare l’ansia di affrontare un nuovo colloquio
  • Imparare a gestire nel migliore dei modi un cambiamento
  • Tanto altro

Quelle elencate sono soltanto alcune delle difficoltà e mancanze che potresti avvertire e per cui vale senza dubbio la pena affidarti ad un career coach esperto.

Ci sono due modalità con cui puoi intraprendere il tuo percorso di career coaching:

1) Incontri faccia a faccia
2) Incontri online

Concentriamoci su quest’ultima modalità, ossia il career coaching online. Questo consiste nello svolgimento delle sessioni di coaching in modalità online attraverso tool digitali.

Dato lo “scetticismo” e la perplessità di molti utenti circa l’efficacia del career coaching online rispetto a quello “tradizionale”, abbiamo pensato di concentrarci in questo articolo sui 7 miti da sfatare riguardo al career coaching online.

Career coaching online: i 7 falsi miti da sfatare

E’ ancora piuttosto diffusa tra i professionisti di qualunque età l’idea secondo la quale il career coaching online sarebbe meno efficace, produttivo e stimolante rispetto a quello face to face. Analizziamo, quindi, 7 stereotipi sul career coaching online che si sono diffusi nell’immaginario collettivo diventando appunto “miti” e proviamo a sfatarli concentrandoci sul perché non sono veritieri.

1) Il career coaching online non garantisce abbastanza personalizzazione all’utente: FALSO

Sono finiti ormai i tempi in cui si credeva che la digitalizzazione non potesse garantire un livello di customizzazione sufficiente. Oggi, infatti, con qualsiasi tool digitale, il livello di interazione tra 2 o più interlocutori è praticamente lo stesso rispetto a quello tradizionale.

Inoltre, potersi connettere online regala una flessibilità senza precedenti sia all’utente che al coach: la possibilità, cioè, di collegarsi da qualsiasi luogo, cosa che rappresenta un vantaggio incredibilmente prezioso.

2) Un percorso di career coaching online non riesce a comprendere a fondo le esigenze di un’azienda: FALSO

La comunicazione implica, senza dubbio, uno scambio “a doppio senso”. Pertanto, una comprensione olistica delle esigenze e delle necessità dell’azienda non dipende solo dal coach, ma anche dalla volontà dell’organizzazione stessa di manifestarle e condividerle.

Ciò vuol dire che la relazione che si instaura tra un career coach e un’azienda, online o tradizionale, deve essere basata su fiducia e rispetto reciproci. Entrambe le parti, dunque, devono essere allineate e lavorare sugli stessi obiettivi. Se sorge, quindi, un problema, c’è più probabilità che esso derivi dalla mancanza di uno di questi fattori piuttosto che dalla modalità di interazione.

3) Il career coaching online non è adatto a tutti: FALSO

Questo è un altro mito assolutamente non vero. Sulla base di quali fattori possiamo selezionare utenti o aziende per i quali il career coaching online è efficace, mentre per altri non lo sarebbe? Non ci sono utenti o aziende adatti o meno, ci sono, piuttosto, percorsi di career coaching differenti che si focalizzano su tematiche e obiettivi differenti, indipendentemente dallo svolgimento online o in presenza.

Pertanto, prova a porti la seguente domanda: “Qual è la mia difficoltà in questo momento e quale obiettivo voglio raggiungere?.” Anche se non hai le idee chiare, non importa! Ci sarà sicuramente un punto di partenza che ti stimola all’azione. Farai sicuramente una prima call con un career coach a cui seguiranno tante altre. Sfrutta il career coaching online anche come modo per utilizzare il digitale in maniera utile e creativa!

4) Organizzare sessioni di coaching online è più difficile: FALSO

Questo è un altro dei miti tanto diffusi quanto semplici da sfatare. Ormai, con la diffusione sempre più capillare dello smartworking e delle modalità di lavoro ibride, non ci sono più scuse per sottovalutare la potenzialità e l’efficacia del career coaching online.

Anzi, oggigiorno, soprattutto post pandemia, risulta quasi più complicato organizzare sessioni di coaching in presenza piuttosto che online. I tool che abbiamo a disposizione tutti, subito e gratuitamente (Google Meet, zoom, Microsoft Teams, etc) non ci permettono più di pensare di avere difficoltà quando ci riferiamo all’online.

5) Il career coaching online non ha le stesse percentuali di successo di quello faccia a faccia: FALSO

È dimostrato che si tratta di un’ipotesi sbagliata. Secondo recenti ricerche, il career coaching online (attraverso telefono o video) è efficace quanto quello faccia a faccia. La percentuale di successo è uguale, se si considera il fattore più critico di un programma di career coaching: la relazione tra coach e cliente.

La scelta di coach esperti e certificati fa sì che questa difficoltà venga superata, indipendentemente dalla piattaforma su cui si fa coaching. Inoltre, un altro vantaggio del coaching online è il risparmio di tempo per tutti: è comodo e facile riprogrammare le sessioni, se necessario, senza necessità di spostamenti fisici oltre lo schermo del telefono o del portatile.

6) Alcune tecniche di coaching possono essere applicate solo di persona: FALSO

Anche se il regno digitale ha i suoi limiti fisici, questo non influisce sul coaching online nel modo in cui la maggior parte delle persone si aspetta. Le attività fisiche e le interazioni di gruppo devono essere certo rielaborate, ma ciò non significa che non possano essere tradotte e riproposte su una piattaforma digitale.

La creatività del career coaching online è, infatti, infinita. Basti pensare alla sostituzione della classica lavagna a fogli mobili con le lavagne interattive o alla vasta gamma di dispositivi e formati di comunicazione (es. smartphone, tablet, telefono, e-mail, videochat, sale riunioni, app, lavagne digitali) che sono a tua disposizione.

7) Bisogna essere esperti di tecnologia per sfruttare al meglio il coaching digitale: FALSO

Anche se la maggior parte di noi non potrebbe più vivere senza i propri dispositivi digitali, la parola “digitale” potrebbe, per alcuni, ancora portare con sé dei presupposti troppo complicati. Tuttavia, se questo vale per tematiche ancora troppo ostiche (come può essere, ad esempio, la blockchain), non vale certo per il career coaching online.

Quest’ultimo, infatti, è vero che sfrutta tool digitali, a volte anche sofisticati, ma non richiede una conoscenza approfondita e specifica a tal punto da non poter essere scelto da tutti. Il supporto di coach esperti renderà, infatti, per chiunque semplice e rapido l’apprendimento dei tool con cui seguire le “lezioni” teoriche ed interagire negli esercizi pratici.

Grazie al Career Coaching di Jobiri soddisfi qualsiasi tua esigenza grazie al supporto di coach esperti e qualificati. E’ sicuro, facile, veloce e ti permette di ritrovare la felicità professionale di cui hai bisogno. Prenota subito una consulenza registrandoti qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati

Trova lavoro ora