Un career coach o consulente di carriera è quel professionista che ti supporta nel raggiungimento di determinati obiettivi professionali, che variano a seconda della fase della carriera in cui ti trovi.

Un percorso di career coaching, in altre parole, è volto a guidarti ed aiutarti a capire principalmente:

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 100.000 persone

Prenota consulenza gratuita
career_coaching_vs_career_counseling
  • quali sono le tue esigenze ed aspirazioni
  • qual è la carriera più giusta per te
  • come fissare obiettivi realistici e al tempo stesso stimolanti da raggiungere
  • quali sono le strategie più efficaci per trovare lavoro
  • come ritrovare soddisfazione e felicità professionale
  • come soddisfare qualsiasi altra esigenza possa essere per te importante

Un bravo career coach sarà, dunque, capace di farti riflettere sulle scelte passate, di farti sentire libero di scegliere il tuo futuro lavorativo in modo più consapevole e responsabile senza essere assalito da ansia, stress o paura di non farcela.

I 4 principali vantaggi del career coaching

Quali sono, dunque, i principali vantaggi di un percorso di career coaching? Ne abbiamo individuati 4:

1. Un career coach ti aiuta a riconoscere il tuo valore

Sei consapevole del valore che potresti portare all’interno dell’organizzazione in cui vuoi lavorare o della tua importanza in quanto risorsa nel tuo attuale team? Quali sono le competenze che hai e che sono preziose per il tuo capo e i tuoi colleghi? Un buon career coach può aiutarti a valutare il know how e le tue abilità per determinare quanto sono spendibili nel mercato del lavoro odierno e quanto, pertanto, fanno di te una risorsa di valore.

Non dimenticare, poi, che tutto ciò può essere molto utile quando arriverà il momento di negoziare il tuo stipendio.

2. Un career coach ti supporta nella pianificazione della tua carriera

Se hai intenzione di cambiare lavoro o hai difficoltà a cercarne uno, un job coach può aiutarti a guardare oltre e a pianificare la traiettoria della tua carriera.

Quale lavoro potresti svolgere per un anno o due in quanto strategico per passare allo step successivo e a quello dopo ancora? Dove vuoi arrivare tra 5, 10, 20 anni? Un percorso di career coaching ti aiuta senz’altro a definire e fissare obiettivi e compiti che ti permetteranno di raggiungere la meta desiderata.

Ovviamente, alla base del lavoro di un job coach c’è un processo di responsabilizzazione e motivazione che è fondamentale per essere quanto più efficaci e focalizzati possibile.

3. Un career coach ti aiuta a prepararti per i colloqui

Un altro vantaggio che deriva dall’inizio di un percorso di career coaching è il prezioso supporto che un coach può darti nella preparazione di qualunque tipologia di colloquio con i recruiters.

Un career coach può aiutarti ad individuare le domande principali, più difficili o meno conosciute che i selezionatori pongono e ad allenarti a rispondere in maniera valida ed efficace.

Un job coach conosce infatti le varie tipologie di colloquio a cui puoi essere sottoposto e ti aiuta ad anticipare le domande che gli intervistatori ti faranno durante l’intervista. In questo modo, quando ti presenterai al colloquio, saprai già cosa aspettarti, mostrando la preparazione e la prontezza giusta per far colpo sui recruiters e avere un vantaggio rispetto agli altri candidati.

Tieni presente che non c’è niente di meglio che rispondere ad una domanda per la quale sei già preparato!

4. Un career coach ti aiuta ad individuare quali errori stai commettendo

Non è mai facile accettare le critiche, anche se costruttive. Ma a volte è necessario farlo per capire dove stai sbagliando. Ed è proprio questo un altro vantaggio di un percorso di career coaching: capire gli errori che stai commettendo per evitare di ripeterli e raggiungere, così, più facilmente i tuoi obiettivi.

Cosa chiedere ad un career coach per capire se è quello giusto

Come detto sopra, le motivazioni che ti spingono ad affidarti ad un job coach sono molteplici e differenti tra loro. Per questa ragione è importante scegliere il consulente di carriera giusto per te e con le competenze adatte alle tue esigenze.

Per riuscire ad individuarlo, è molto utile porgli una serie di domande che ti aiutano a capire quanto quel career coach sia adatto a te:

1. Quale cambiamento misurabile puoi aiutarmi a raggiungere?

Ammettiamolo, se il successo non si può misurare, è potenzialmente solo “aria fritta”. E’ molto vantaggioso quindi riuscire a capire dal tuo career coach quanti clienti hanno ottenuto i risultati che stavano cercando, quanti hanno ricevuto promozioni, quanti hanno negoziato un aumento di stipendio, quanti hanno cambiato carriera e/o sono notevolmente cresciuti professionalmente.

Il nostro consiglio è quello di chiedere al job coach anche esempi e numeri di persone che hanno aiutato ad avere successo e in che modo lo hanno fatto.

2. Quali sono le principali qualifiche che hai ottenuto per diventare un career coach?

Porre una domanda del genere ti aiuta fondamentalmente a capire che cosa ha studiato il career coach a cui vuoi affidarti e quali sono le sue principali competenze.

Non avere paura di chiedere quali qualifiche e certificazioni ha conseguito: non c’è niente di sbagliato nel tentare di capire se quel job coach è adatto a te e alle esigenze che vuoi soddisfare. Chiedigli anche cosa fa per mantenere le sue qualifiche e se si aggiorna costantemente.

Sono tutte domande a cui un buon coach saprà rispondere.

3. Come mi spingerai ad uscire dalla mia zona di comfort?

Un career coach valido e qualificato ti aiuterà anche e soprattutto ad affrontare i problemi che ti frenano e lo farà ponendoti le domande giuste (anche se complesse ed insidiose), estrapolando le informazioni utili e concordando le azioni da svolgere per permetterti di crescere ed avere successo.

Un consulente di carriera che ti prospetta un percorso semplice e senza intoppi non è un buon coach: uscire dalla zona di comfort implica sicuramente il superamento di limiti ed ostacoli di cui il career coach deve renderti partecipe e consapevole.

Pertanto, porre questa domanda ti permette non solo di comprendere i confini della tua zona di comfort ma anche le strategie e le soluzioni prospettati dal coach per superarli.

3. Ti sei mai trovato a lavorare con persone con le mie stesse difficoltà e/o debolezze?

Chiedere al career coach se si è mai trovato a lavorare con persone con il tuo stesso background è una domanda molto utile.

Attenzione: non è necessariamente un fatto negativo se il job coach non ha mai lavorato con qualcuno con esigenze simili alle tue, ma può essere sicuramente d’aiuto! Così come possono essere d’aiuto l’età, il sesso e le circostanza personali.

Ci sono, infatti, sfumature e pregiudizi che un career coach può aiutarti a superare se ha la giusta esperienza e i giusti requisiti: per fare un esempio, un uomo bianco di mezza età avrà meno probabilità di identificare le sfide incontrate dalle donne di colore sul posto di lavoro.

Stai cercando un career coach esperto e qualificato? Affidati a Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente che mette a disposizione per te un servizio di Career Coaching adatto per soddisfare qualsiasi tua esigenza. Non perdere altro tempo! Provalo subito cliccando qui. 

 

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati

Trova lavoro ora