project controller

Indice dei contenuti

In un mercato sempre più competitivo e dinamico, la gestione efficace dei progetti è diventata una priorità assoluta per le aziende di ogni settore. La figura del project controller emerge come una componente chiave per il successo dei progetti aziendali, garantendo che essi vengano completati rispettando tempi, budget e standard qualitativi. Il project controller svolge un ruolo strategico nell’analisi e nel monitoraggio delle performance del progetto, identificando tempestivamente eventuali deviazioni e proponendo azioni correttive.

Perché la figura del project controller è così importante?

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 150.000 persone

career_coaching_vs_career_counseling
  • Controllo dei costi: il project controller assicura che i costi del progetto rimangano entro i limiti del budget stabilito e previene sprechi e inefficienze
  • Gestione del tempo: monitora le scadenze e garantisce che le varie fasi del progetto vengano completate nei tempi previsti, riducendo il rischio di ritardi
  • Qualità e standard: supervisiona che tutte le attività del progetto rispettino gli standard qualitativi definiti e contribuisce a mantenere l’integrità e la reputazione dell’azienda
  • Analisi delle performance: fornisce report dettagliati sullo stato di avanzamento del progetto, facilitando così la presa di decisioni informate da parte del management
  • Mitigazione dei rischi: identifica potenziali rischi e propone misure preventive, migliorando la resilienza del progetto.

Data l’importanza di questa figura, approfondiamo nei prossimi paragrafi tutto quello che c’è da sapere sul project controller, chi è, cosa fa, quali sono le sue principali responsabilità, quali le principali competenze, come diventare project controller e project controller stipendio.

Project controller chi è

ll project controller è una figura professionale specializzata nella gestione e nel controllo dei progetti all’interno di un’organizzazione. Il suo ruolo principale è quello di monitorare l’andamento dei progetti, assicurandosi che rispettino i budget, le tempistiche e gli standard qualitativi prefissati. Questo professionista svolge un ruolo cruciale nel garantire che i progetti vengano completati con successo, minimizzando i rischi e ottimizzando le risorse.

Il ruolo del project controller è spesso confuso con quello di altre figure professionali all’interno dei team di progetto, come il project manager e il financial controller. Tuttavia, esistono differenze significative tra queste posizioni.

Parla gratis con un Coach Jobiri

  • Il tuo primo colloquio è gratuito

  • Sessioni online per supportarti ovunque tu sia

  • +150.000 persone hanno già scelto il nostro servizio

1) Project controller vs project manager

  • Focus: il project manager è responsabile della gestione complessiva del progetto, compresa la definizione degli obiettivi, la gestione del team, la comunicazione con gli stakeholder e la risoluzione dei problemi operativi. Il project controller, invece, si concentra principalmente sugli aspetti finanziari e di controllo del progetto
  • Responsabilità: mentre il project manager guida l’esecuzione del progetto e prende decisioni operative, il project controller monitora le performance finanziarie, controlla i costi e analizza le tempistiche e i rischi
  • Interazione: il project controller supporta il project manager fornendo dati analitici e reportistica dettagliata, ma non prende decisioni operative relative alla gestione del team o alla strategia del progetto.

2) Project controller vs financial controller

  • Ambito: il financial controller ha una visione più ampia dell’intera organizzazione, gestendo le finanze aziendali, i bilanci, le chiusure contabili e la conformità fiscale. Il project controller, invece, è focalizzato sui singoli progetti, monitorando specificamente i costi, le tempistiche e le performance di progetto
  • Responsabilità: il financial controller si occupa della gestione complessiva delle finanze aziendali e della rendicontazione finanziaria a livello di azienda. Il project controller si concentra sugli aspetti finanziari dei progetti specifici, garantendo che rispettino i budget e le previsioni
  • Interazione: il project controller collabora strettamente con il financial controller per garantire che i dati finanziari dei progetti siano accurati e allineati con le politiche aziendali complessive.

Project controller cosa fa

Il project controller svolge un insieme di attività cruciali per garantire il successo e l’efficienza dei progetti aziendali. Tra le principali responsabilità di questa figura rientrano:

1) Monitoraggio finanziario

  • Gestione del budget: il project controller prepara e gestisce il budget del progetto, monitorando costantemente le spese per garantire che rientrino nei limiti stabiliti
  • Previsione dei costi: prevede i costi futuri e adegua il budget di conseguenza per evitare superamenti
  • Analisi delle variazioni: analizza le variazioni tra il budget previsto e le spese reali, identificando le cause delle discrepanze

2) Pianificazione e monitoraggio delle tempistiche

  • Pianificazione delle scadenze: definisce e monitora le scadenze delle diverse fasi del progetto, assicurando che vengano rispettate
  • Controllo degli avanzamenti: utilizza strumenti e metodologie per controllare l’avanzamento del progetto rispetto al piano iniziale

3) Analisi delle performance

  • KPI e metriche: definisce e monitora i Key Performance Indicators (KPI) e altre metriche per valutare le performance del progetto
  • Reportistica: crea report periodici per il management e gli stakeholder, fornendo una panoramica dettagliata delle performance del progetto

Contatta un consulente di carriera

I nostri career coach possono aiutarti a trovare un nuovo lavoro e nella tua crescita professionale

4) Risk management

  • Identificazione dei rischi: identifica i potenziali rischi che potrebbero influenzare negativamente il progetto
  • Piani di mitigazione: sviluppa piani di mitigazione per ridurre l’impatto dei rischi identificati

5) Comunicazione e coordinamento

  • Interfaccia con il project manager: collabora strettamente con il project manager, fornendo dati analitici e supporto decisionale
  • Stakeholder engagement: mantiene una comunicazione trasparente con gli stakeholder, aggiornandoli sullo stato del progetto e rispondendo alle loro domande e preoccupazioni

6) Preparazione dei report

  • Redigere report giornalieri, settimanali o mensili sullo stato del progetto
  • Utilizzare software di gestione dei progetti per generare report accurati e tempestivi

7) Supporto al project manager

  • Fornire supporto analitico e consulenziale al project manager per facilitare la presa di decisioni
  • Collaborare nella risoluzione di problemi operativi e strategici che potrebbero emergere durante il corso del progetto.

Le principali competenze di un project controller

Le competenze tecniche sono essenziali per un project controller, poiché queste abilità permettono di gestire efficacemente i vari aspetti finanziari e operativi di un progetto. Ecco alcune delle principali competenze tecniche richieste:

1) Gestione del budget

  • Pianificazione finanziaria: capacità di sviluppare e gestire budget dettagliati, prevedendo spese e ricavi
  • Controllo dei costi: monitoraggio e controllo delle spese per assicurare che rientrino nei limiti del budget approvato.

2) Analisi dei dati

  • Analisi finanziaria: competenze avanzate nell’analisi di dati finanziari per identificare trend, deviazioni e opportunità di miglioramento
  • Utilizzo di software analitici: competenza nell’uso di software e strumenti di analisi dei dati, come Excel, SAP, e altri sistemi ERP.

3) Reportistica e monitoraggio

  • Preparazione dei report: capacità di creare report dettagliati e chiari per il management e gli stakeholder, utilizzando strumenti di reporting
  • Monitoraggio delle performance: utilizzo di KPI e altre metriche per monitorare le performance del progetto e fare previsioni accurate.

4) Pianificazione e controllo delle tempistiche

  • Gestione del tempo: abilità nel pianificare e monitorare le scadenze del progetto, assicurando il rispetto delle tempistiche
  • Software di project management: competenza nell’uso di software di gestione dei progetti come Microsoft Project, Primavera P6 o Trello.

5) Gestione dei rischi

  • Identificazione dei rischi: capacità di identificare potenziali rischi che potrebbero influenzare negativamente il progetto
  • Piani di mitigazione: sviluppo e implementazione di strategie per mitigare i rischi identificati.

Competenze trasversali

Oltre alle competenze tecniche, un project controller deve possedere una serie di competenze trasversali che sono altrettanto importanti per il successo nel ruolo. Ecco alcune delle principali competenze trasversali:

1) Capacità analitiche

  • Problem solving: abilità di analizzare situazioni complesse e trovare soluzioni efficaci ai problemi che emergono durante il progetto
  • Pensiero critico: capacità di valutare criticamente le informazioni disponibili e prendere decisioni informate.

2) Comunicazione

  • Comunicazione verbale e scritta: abilità di comunicare chiaramente e in modo conciso sia verbalmente che per iscritto, adattando il messaggio all’audience di riferimento
  • Reportistica: capacità di creare report dettagliati e facilmente comprensibili per diverse parti interessate.

3) Lavoro di squadra

  • Collaborazione: abilità di lavorare efficacemente in team multidisciplinari, facilitando la cooperazione tra i membri del progetto
  • Gestione dei conflitti: capacità di gestire e risolvere conflitti all’interno del team di progetto in modo costruttivo.

4) Leadership

  • Influenza: abilità di influenzare positivamente il team di progetto e gli stakeholder, motivandoli verso il raggiungimento degli obiettivi comuni
  • Decision making: capacità di prendere decisioni rapide e informate, soprattutto in situazioni di pressione.

5) Organizzazione e gestione del tempo

  • Prioritizzazione: abilità di identificare e concentrarsi sulle attività più importanti e urgenti, gestendo efficacemente il proprio tempo e quello del team
  • Pianificazione: capacità di pianificare le attività del progetto in modo efficace, prevedendo potenziali ostacoli e sviluppando piani di contingenza.

6) Adattabilità

  • Flessibilità: capacità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti nelle condizioni del progetto e alle richieste degli stakeholder
  • Resilienza: abilità di mantenere la calma e rimanere produttivi sotto pressione.

Come diventare project controller

Diventare un project controller richiede una combinazione di formazione accademica, certificazioni professionali, esperienza pratica e sviluppo continuo delle competenze.

1) Formazione accademica

Inizia con una solida base accademica. Le lauree più rilevanti includono Economia e Commercio, Ingegneria Gestionale, Finanza e Management e Amministrazione Aziendale. Questi programmi offrono una comprensione approfondita dei principi economici, della gestione dei costi, della pianificazione del budget e delle tecniche di gestione dei progetti.

2) Certificazioni professionali

Ottenere certificazioni professionali può migliorare le tue competenze e renderti più competitivo nel mercato del lavoro. Alcune delle certificazioni più utili per un project  controller sono:

  • Certified Project Management Professional (PMP), offerta dal Project Management Institute (PMI), riconosciuta a livello internazionale
  • Certified Management Accountant (CMA), offerta dall’Institute of Management Accountants (IMA), focalizzata sulla contabilità di gestione e il controllo finanziario
  • Prince2, una metodologia di project management ampiamente utilizzata
  • Certified ScrumMaster (CSM), ideale per chi lavora in ambienti agili.

3) Esperienza lavorativa

L’esperienza pratica è essenziale. Inizia in posizioni che ti permettano di lavorare a stretto contatto con i project manager e i team finanziari, come analista finanziario, assistente di progetto o coordinatore di progetto. Man mano che acquisisci esperienza, cerca posizioni intermedie come analista di progetto, dove puoi assumere maggiori responsabilità e gestire piccoli progetti. Dopo diversi anni, sarai pronto per il ruolo di project controller, gestendo progetti complessi e supervisionando tutti gli aspetti finanziari e operativi.

4) Sviluppo continuo delle competenze

Il settore della gestione dei progetti è in continua evoluzione. Partecipa a corsi di formazione continua, seminari e workshop per rimanere aggiornato sulle nuove metodologie e tecnologie. Iscriviti a corsi di aggiornamento professionale su piattaforme online come Coursera, edX e LinkedIn Learning, partecipa a conferenze e gruppi di networking per professionisti del project management e leggi libri e articoli sui temi del project management e del controllo finanziario.

5) Soft skills

Oltre alle competenze tecniche, sviluppa soft skills essenziali come comunicazione efficace, problem-solving, gestione del tempo e leadership. Queste competenze trasversali sono cruciali per gestire i team di progetto e interagire con gli stakeholder.

Project controller stipendio

Project controller stipendio: quali sono i fattori che lo influenzano?

  • Esperienza: il livello di esperienza è uno dei principali determinanti del salario. I project controller junior, con meno anni di esperienza, guadagnano meno rispetto ai loro colleghi senior con un ampio background professionale
  • Istruzione e certificazioni: un grado accademico avanzato, come un MBA o una certificazione professionale (ad esempio PMP, CMA), può aumentare significativamente il salario di un project controller
  • Settore industriale: il settore in cui opera l’azienda può influenzare il salario. Ad esempio, i project controller che lavorano nei settori delle tecnologie dell’informazione, dell’energia e della finanza tendono a guadagnare di più rispetto a quelli in settori meno remunerativi
  • Dimensioni e localizzazione dell’azienda: le grandi aziende multinazionali spesso offrono stipendi più elevati rispetto alle piccole e medie imprese. Inoltre, la localizzazione geografica influisce: città con un alto costo della vita, come Milano e Roma, tendono ad offrire salari più alti
  • Responsabilità e complessità del progetto: la complessità e la dimensione del progetto possono influenzare il salario. Progetti di grande scala o ad alto rischio richiedono competenze avanzate e quindi possono offrire una remunerazione maggiore.

Il range di stipendio per un project controller può variare notevolmente in base ai fattori menzionati sopra. Le fasce salariali medie per i project controller in Italia:

  • Junior project controller (0-3 anni di esperienza): 30.000 – 40.000 euro lordi annui
  • Mid-level project controller (3-7 anni di esperienza): 40.000 – 60.000 euro lordi annui
  • Senior project controller (oltre 7 anni di esperienza): 60.000 – 90.000 euro lordi annui.

Le prospettive di crescita salariale per un project controller sono generalmente positive, grazie alla crescente domanda di professionisti qualificati in questo campo. Ecco alcune prospettive di crescita:

  • Avanzamento di carriera: con l’aumento dell’esperienza e delle competenze, i project controller possono avanzare a posizioni di maggiore responsabilità, come Project Management Office (PMO) Manager o Direttore Finanziario di Progetto, con conseguente aumento del salario
  • Specializzazione: acquisire competenze specialistiche in aree come la gestione dei rischi, la contabilità di progetto o l’uso avanzato di software ERP può portare a opportunità di carriera meglio remunerate
  • Certificazioni aggiuntive: ottenere certificazioni avanzate o ulteriori qualifiche professionali può incrementare significativamente il potenziale salariale
  • Settori ad alta domanda: spostarsi verso settori con una maggiore domanda di project controller, come la tecnologia, l’energia rinnovabile e la finanza, può offrire salari più elevati
  • Networking e reputazione: costruire una solida rete professionale e una reputazione positiva nel settore può portare a offerte di lavoro meglio remunerate e opportunità di consulenza

Vuoi rimetterti in gioco, ritrovare nuovi stimoli e cambiare settore professionale? Stai valutando la possibilità di farti supportare da un esperto di carriera per raggiungere più facilmente il tuo obiettivo? Inizia un percorso di career coaching con Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente basato su AI. Grazie all’esperienza dei nostri career coaches hai la possibilità di accedere agli strumenti più efficaci e di mettere in pratica strategie vincenti per cambiare lavoro e settore in poco tempo e senza stress. Che cosa aspetti? Prenota subito qui una prima sessione gratuita di career check up!

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati