Quando negozi e valuti un’offerta di lavoro devi sempre farti una domanda fondamentale: questo lavoro fa per me? Se non sai se accettare o meno un’offerta, forse dovresti sapere che prima di accettare una proposta di lavoro è bene valutare tutti gli aspetti in gioco, non solamente gli aspetti retributivi ed economici. Vediamo come valutare le offerte di lavoro direttamente dalle aziende o dalle società di recruitment, come confrontare due o più offerte ricevute contemporaneamente e quali parametri considerare prima dell’accettazione dell’offerta.

Confrontare un'offerta di lavoro

1. Circostanze in cui potresti dover valutare una nuova offerta

In vari momenti della tua vita potresti trovarti a dover confrontare e valutare delle offerte di lavoro. Per esempio, se stai entrando per la prima volta nel mondo del lavoro valuta bene la proposta: sei ancora alle prime armi, ma è giusto scegliere con attenzione perché quello che deciderai di fare influenzerà la tua carriera futura.

Se invece devi valutare un’offerta di lavoro con il tuo lavoro attuale, la situazione è più tranquilla. Parti già da una posizione di vantaggio: devi scegliere tra due ottime opzioni ma sei completamente libero in questa scelta. Alle spalle hai la certezza di un lavoro che ti piace e che ti dà una certa stabilità economica, quindi nel caso in cui questa nuova offerta non facesse veramente per te, hai una rete di salvataggio.

Se invece al momento sei disoccupato o sei stato licenziato, sei in una situazione più delicata. Tuttavia, è bene non prendere decisioni avventate e valutare comunque bene prima di accettare una proposta di lavoro.

2. Come decidere tra due offerte: quali fattori considerare

Prima di accettare una proposta di lavoro, pensa a tutti i fattori che ti hanno portato fino alla proposta che hai ricevuto: le tue competenze, le tue esperienze, i tuoi punti di forza, i tuoi interessi e le tue passioni sono coerenti con l’offerta lavorativa che ti stanno facendo?

Sarai felice di lavorare per questo datore di lavoro per le prossime 5 settimane? E i prossimi 5 mesi? E per i successivi 5 anni? A volte è necessario fare alcuni compromessi, soprattutto in un mercato del lavoro complicato come quello attuale.

È importante però che oltre ad un approccio molto realistico e concreto, mantieni sempre un forte focus sulle tue priorità e sui tuoi obiettivi di lungo periodo.

L’esperienza ci insegna che nessun lavoro è perfetto. Ci sono aspetti che possono piacere e non piacere per ciascun impiego. Prima di accettare una proposta di lavoro è comunque importante considerare almeno questi elementi:

1. Stipendio e benefici offerti

Non puoi considerare solo gli aspetti economici, tuttavia sarebbe una bugia dire che non sono importanti e che non vanno considerati. Cerca di essere onesto con te stesso riguardo al tipo di vita che vuoi a lungo termine e valuta quale stipendio può permetterti di raggiungerla.

In ogni caso, non guardare solo lo stipendio base. Considera anche i giorni di ferie, i ticket per il pranzo, i rimborsi spese, l’eventuale macchina o cellulare aziendale e come si comportano con gli straordinari.  Tutte queste cose, apparentemente piccole, hanno un impatto molto forte nel lungo periodo.

Considera anche il viaggio che devi sostenere per arrivare al lavoro: ogni giorno devi guidare 2 ore e pagare l’autostrada? Anche questi dettagli in realtà (che poi dettagli tanto non sono) vanno tenuti seriamente in considerazione.

2. Possibilità di crescere e di imparare

Molto spesso desideriamo cambiare lavoro perché ci annoiamo nella situazione in cui siamo. Se ogni giorno ti limiti a fare sempre le stesse cose e ormai sono mesi che non impari niente di nuovo, probabilmente è il momento di cambiare aria.

Tieni conto che, però, non sempre è necessario cambiare lavoro per sperimentare quest’aria di cambiamento: a volte basta parlarne in maniera sincera con il tuo responsabile. Se risulti essere una risorsa importante per l’azienda, probabilmente si impegneranno per darti questo spazio di crescita di cui hai tanto bisogno. Potresti spostarti internamente, cambiando team o settore, oppure potrebbero offrirti una promozione.

L’importante è avere le idee chiare su ciò che vorresti fare tra 3-5 anni: quali esperienze ti permetteranno di arrivare lì dove vuoi essere?

3. Spazio per crescere

Per accettare una proposta di lavoro devi capire se la posizione ti offre spazio per crescere. Un modo per capirlo è parlare con le persone che coprono le posizioni in cui vorresti essere tu tra qualche anno. Come sono arrivate lì? È una scalata possibile?

Puoi contattare su Linkedin qualcuno che lavora lì attualmente o che ha lavorato lì anche in passato (idealmente dovresti contattare due o tre persone, per avere un’idea più obiettiva della situazione). Fatti un’idea su che tipo di persona sarà il tuo manager, se ti offrirà delle opportunità di crescita e se ti sosterrà nel tuo percorso.

Puoi sfruttare ancora un po’ LinkedIn per vedere i percorsi lavorativi dei dipendenti dell’azienda: se vedi che sono rimasti nella stessa posizione per anni e poi hanno lasciato il lavoro, probabilmente non è un buon segno.

4. Mission e cultura aziendale

Per essere felice e per lavorare al meglio devi trovare un lavoro che ti appassioni, in un’azienda in cui ti senti a tuo agio anche per quanto riguarda gli ideali e la cultura.

Se vuoi comprenderne la cultura e i valori, inizia ad osservare le piccole cose: il dress code dell’azienda, la flessibilità e la tolleranza con gli orari e con le scadenze.

Per valutare se quella azienda è il posto giusto per te, inizia a fare mente locale su come dovrebbe essere il tuo ambiente di lavoro ideale. Una volta che ti sei fatto un’idea, inizia a differenziare gli elementi che devono necessariamente esserci, quelli che diventano un plus e quelli che non devono assolutamente esserci. Poi, usa questo schema per confrontare le offerte di lavoro.

5. La tua vita fuori dall’ufficio

Il giusto equilibrio tra lavoro e vita privata è fondamentale per vivere una vita sana e appagante.

Rifletti su ciò che è importante per te: salute, fitness, relazioni, famiglia, scrivere, i tuoi hobby… qualunque cosa sia, è importante che il tuo lavoro ti permetta di avere del tempo per dedicarti anche a questo!

Il tuo lavoro attuale ti permette di avere abbastanza tempo da dedicare a ciò che conta per te? E se la risposta è negativa, c’è un modo per cambiare le cose? Oppure è meglio la nuova offerta lavorativa?

Sono molte cose di cui tenere conto, soprattutto “piccole” cose. L’importante è essere sempre onesti con sé stessi: non pensare a ciò che dovresti fare, ciò che secondo gli altri è meglio. Concentrati su ciò che è importante per te e usalo per decidere. Vedrai, così riuscirai a prendere la decisione giusta.

Se hai dubbi sul percorso di ricerca lavoro scopri le video lezioni della Masterclass Jobiri: troverai spunti e consigli utili per affrontare al meglio il mondo del lavoro.