In qualsiasi fase della propria carriera può capitare ad ogni professionista di dover affrontare una delusione lavorativa per svariate motivazioni. Può essere la conseguenza di eventi molto differenti tra loro: una mancata promozione, un colloquio andato male, un progetto non approvato dal cliente, un rimprovero del capo, un licenziamento e molto altro.

In generale, possiamo dire che una delusione lavorativa è generata da un’azione/evento/situazione che non sono andati secondo le aspettative e i desideri del professionista che, in virtù di ciò, ne è rimasto, appunto, deluso.

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 100.000 persone

Prenota consulenza gratuita
career_coaching_vs_career_counseling

Una circostanza di questo tipo genera comprensibilmente stati d’animo negativi come insoddisfazione e demotivazione, proprio per questo è molto importante sapere come riprendersi da una delusione lavorativa per ripartire con il piede giusto e non farsi trascinare in un dannoso vortice di negatività. 

Nei prossimi paragrafi ci occuperemo, dunque, di capire nel concreto come superare una delusione lavorativa nel modo giusto.

Come superare una delusione lavorativa: tutto quello che c’è da sapere

Una delusione sul lavoro, a seconda della gravità percepita individualmente, può avere delle conseguenze sullo stato d’animo del professionista, che andranno probabilmente ad influenzare il grado di motivazione nello svolgimento delle attività lavorative, con ripercussioni anche a livello di carriera. 

Questo succede in quanto il professionista in questione, sentendosi deluso, vive la situazione come una sorta di “torto” subito di cui potrebbe far fatica a capire le motivazioni. Tale percezione causa quindi una sorta di miopia nella valutazione della situazione, che offusca un’analisi più razionale e consapevole dell’evento.

Ecco perché risulta molto importante capire come affrontare una delusione lavorativa nel migliore dei modi, per evitare che questa abbia effetti negativi sia sul tuo stato d’animo sia sulla tua carriera.

La prima cosa da fare per sapere come superare una delusione lavorativa è sicuramente quella di partire da un’accurata analisi delle motivazioni alla base del tuo stato d’animo: “perché mi sento così?”, “che cosa ha fatto scaturire in me questo sentimento di delusione?” sono alcune delle domande che devi porti per approfondire i tuoi sentimenti e capire la causa che ne è alla base.

Una volta compresa la motivazione, arriva il momento di agire

Come affrontare una delusione lavorativa, quindi? Ecco quattro suggerimenti da seguire:

  1. No alla passività, sì alla reazione
  2. Condividi il tuo malessere con una persona fidata
  3. Credi sempre in te stesso e nelle tue capacità

Chiedi il supporto di un esperto, se necessario

1. No alla passività, sì alla reazione

Come riprendersi da una delusione lavorativa? La parola d’ordine è sicuramente “reagire”. Rimanere passivi di fronte ad una situazione che ti ha deluso e che ti fa stare male non è mai la soluzione, in quanto il risultato è che rimani incagliato nel tuo vortice di sentimenti negativi senza possibilità di uscita. Avere, invece, la forza di reagire, prima indagando la causa e poi trovando una soluzione è un modo per sbloccare la situazione.

2. Condividi il tuo malessere con una persona fidata

Altra azione fondamentale da mettere in pratica per superare una delusione lavorativa è quella di condividere il tuo malessere con una persona fidata. Che sia un’amica/o, un collega, un familiare, l’importante è aprirti, provando a tirar fuori tutto ciò che pensi riguardo a ciò che è successo e tutto quello che senti. La condivisione di tale delusione, oltre ad essere un’occasione per sfogarti, ti dà anche l’opportunità di confrontarti con opinioni differenti dalla tua e guardare la situazione da una prospettiva diversa.

3. Credi sempre in te stesso e nelle tue capacità

Per sapere come superare una delusione lavorativa, ricordati che è fondamentale credere in te stesso e nelle tue capacità. Che la delusione riguardi il modo in cui hai svolto un’attività, un errore commesso o altro, non importa: ciò che devi tenere presente a prescindere da tutto è il tuo valore come professionista, senza mai metterlo in dubbio. Avendo, infatti, ben presente quanto vali, quali sono le tue capacità e quanto è prezioso il tuo contributo all’interno dell’azienda in cui lavori, saprai anche meglio (e prima) superare la delusione lavorativa che ti sta rendendo infelice. Al contrario, se hai difficoltà a valorizzarti, tenderai a buttarti giù e a fare pensieri negativi che rischiano di danneggiare non solo la tua produttività, ma anche il modo in cui ti vedono gli altri.

4. Chiedi il supporto di un esperto, se necessario

Come riprendersi da una delusione lavorativa se non si riesce a farlo in autonomia? Niente paura: in questi casi puoi decidere di chiedere il supporto di un professionista, come un Career Coach, ad esempio. Affidarti ad un esperto di carriera ti aiuterà senz’altro ad identificare la causa della delusione lavorativa, gli strumenti da adottare e le azioni da intraprendere per uscire da questo “tunnel” e superare tutte le difficoltà. Grazie ad un percorso di Career Coaching hai l’opportunità anche di capire quali sono le migliori strategie per acquisire quella sicurezza in te stesso che probabilmente hai perso, ma che è fondamentale ottenere per essere nuovamente felice a livello professionale.

Il tuo attuale lavoro non ti soddisfa? Ne vorresti trovare un altro più compatibile con il tuo profilo e le tue aspirazioni professionali? Affidati allo strumento Ricerca Lavoro di Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente che ottimizza e accelera il tuo inserimento professionale. Grazie a Jobiri accedi a decine di migliaia di annunci facilmente e in tempi record. Unisciti agli oltre 100.000 candidati che hanno già scelto Jobiri per trovare lavoro. Registrati qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati

Trova lavoro ora