candidata scartata dopo il colloquio

Hai concluso il colloquio con la massima fiducia.

Nella tua mente, sei riuscito ad inchiodare il recruiter! Pensi di essere stato impeccabile durante il processo di selezione e hai la sicurezza di avere in pugno il lavoro dei tuoi sogni. Dopo il colloquio, hai anche inviato una e-mail di follow up per ringraziare il selezionatore.

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 150.000 persone

career_coaching_vs_career_counseling

È solo questione di ore o di un paio di giorni e ti chiameranno per farti una proposta. Tuttavia, passano alcuni giorni ma dopo colloquio non richiamano: niente chiamate e niente e-mail. I giorni diventano settimane, ma ancora nessuna risposta da parte dell’azienda. I tempi di attesa dopo il colloquio di lavoro iniziano a farsi eccessivamente lunghi e la cosa ti preoccupa molto, com’è normale che sia.

Sappiamo bene che questa attesa può diventare estremamente snervante e che potresti sorprenderti del fatto che dopo il colloquio non ti hanno richiamato. Inizi a perdere la speranza Inizi a perdere la speranza e, in generale, a provare stati d’animo negativi, a volte anche senza motivo. Probabilmente ti stai chiedendo: “Perché vengo scartato dopo un colloquio conoscitivo?”, “Forse ai colloqui mi scartano perché sono vecchio?”, “Come riuscirò a superare un colloquio?”

Siediti. Fai un bel respiro e leggi l’articolo che abbiamo pensato per te per scoprire le principali cause per cui è possibile che un’azienda non ti richiami, cosa fare se dopo un colloquio non ti chiamano e quindi le azioni concrete da mettere in pratica in una situazione del genere.

A volte si tratta solo di avere pazienza poichè i processi di selezione richiedono tempo, soprattutto se si tratta di grandi realtà aziendali; altre volte, è probabile che una serie di fattori concomitanti che non hai tenuto in considerazione abbiano giocato a tuo sfavore e non ti abbiano permesso di ottenere ciò che speravi e di soddisfare le tue aspirazioni.

Contatta un consulente di carriera

I nostri career coach possono aiutarti a trovare un nuovo lavoro e nella tua crescita professionale

Stai cercando un nuovo lavoro e non sai da dove iniziare? Vorresti cambiare settore ma hai il timore di non trovare un’azienda che sia compatibile con i tuoi valori e le tue aspirazioni? Fatti supportare da uno dei nostri career coach e dai una svolta alla tua carriera professionale! Iniziando un percorso di Career coaching con Jobiri hai l’opportunità di saper gestire qualunque cambiamento senza stress, ansia o paura di non farcela. Che cosa aspetti? Prenota qui il tuo primo check up di carriera gratuito.

Dopo colloquio non richiamano: ecco le principali cause

Dopo colloquio non richiamano e ti stai chiedendo come sia possibile una cosa del genere, soprattutto se avevi la totale convinzione dell’esito positivo del tuo colloquio. Eppure.. le aspettative sono state deluse e le cause per cui dopo colloquio non richiamano possono essere differenti:

1) L’azienda non ha incontrato ancora tutti i candidati

I responsabili delle assunzioni hanno diverse mansioni da svolgere all’interno di un’azienda. L’assunzione è una parte fondamentale dei loro doveri, ma a volte sono occupati a svolgere altri incarichi e quindi trascurano per un po’ di tempo l’attività di recruiting o la mettono semplicemente in pausa per un determinato periodo. Per questo motivo, è probabile che i recruiter non riescano a incontrare ogni singolo candidato in una sola settimana e distribuiscono quindi i colloqui nel corso di diverse settimane o addirittura mesi. Probabilmente questa potrebbe essere una causa per il quale non sei stato richiamato subito dopo il colloquio.

Probabilmente questa potrebbe essere una causa per la quale dopo colloquio non richiamano. Tuttavia, in questa fase ti consigliamo di essere paziente, di inviare al recruiter una e-mail di follow-up e di attendere di sentire un riscontro da parte dell’azienda.

2) Hanno trovato un candidato con un profilo più affine alla loro posizione

Un’altra ragione per cui dopo colloquio non richiamano potrebbe essere quella più “scontata”: hanno trovato un candidato con un profilo più affine alla ruolo che stanno cercando. Tale consapevolezza può, certamente, provocare un senso di insoddisfazione personale. Ma sappi che essere scartati a un colloquio perché hanno trovato un candidato più affine alla posizione fa parte del gioco ed è capitato a tutti, anche ai migliori.

Un colloquio andato male non pregiudica le tue abilità e conoscenze: pertanto, fai tesoro dell’esperienza ed impara da questa. Lascia passare qualche giorno e rifletti su cosa fare dopo un colloquio di lavoro con esito negativo. Fai un passo indietro e analizza la situazione con occhi diversi. Poniti delle domande come: “Ero davvero il candidato ideale?” Oppure: “Può essere che il recruiter non abbia visto in me una competenza/qualità richiesta per la posizione?” Prova a ragionare sulle tue abilità da intervistato, cosa hai fatto bene e cosa no, cerca di capire quali sono i tuoi punti deboli e che tratti marcare della tua persona per spiccare.

No, non è per nulla facile ripercorrere fedelmente quanto accaduto, ma prenditi del tempo e non giungere a conclusioni affrettate. L’autoanalisi è un passo importante per migliorare e soprattutto per potenziare quei punti deboli che hai analizzato e che sono cruciali per ricoprire quella posizione.

3) Non hai impressionato il recruiter

Se ti stai ponendo la domanda: “Perché mi scartano al colloquio?” o “Perchè dopo colloquio non richiamano?” è doveroso considerare la possibilità che tu non abbia fatto colpo sui recruiters, ossia che non sia stato in grado di comunicare efficacemente il tuo valore.

Probabilmente eri il candidato più qualificato. Forse anche quello con maggiore esperienza. Nonostante questo, se non riesci a comunicare le tue abilità in sede di colloquio sarà difficile che il selezionatore rimarrà colpito dal tuo profilo professionale. Non farti sopraffare dall’ansia e concentrati su come migliorare le tue abilità di relazione con chi ti intervista.

4) Numero elevato di candidature

Se dopo colloquio non richiamano, il problema del numero elevato di candidature potrebbe essere un’altra delle cause per cui succede. Si tratta senza dubbio di una sfida significativa sia per i candidati che per i recruiters: in un mercato del lavoro super competitivo come quello odierno, le posizioni aperte, soprattutto quelle in aziende rinomate o per ruoli particolarmente attraenti, possono infatti attirare centinaia, se non migliaia, di candidature. Questa situazione complica notevolmente il processo di selezione per i recruiter (aumentando i tempi di attesa dopo colloquio di lavoro) e può rendere più difficile anche per i candidati distinguersi dalla massa.

5) Lettera di presentazione inefficace

Una lettera di presentazione non efficace può rappresentare senza dubbio un ostacolo significativo nel processo di selezione, impedendo anche al candidato più qualificato di essere richiamato per un secondo colloquio. La lettera di presentazione è, infatti, un documento fondamentale per stabilire una connessione con i recruiters e mettere in evidenza quelle skills che davvero contano e che possiedi per ricoprire il ruolo che l’azienda sta offrendo. La lettera di presentazione è anche quel documento che deve contenere le ragioni e le motivazioni per cui vuoi lavorare proprio nell’azienda in questione. Pertanto, se inefficace e non contenente tutte gli elementi sopra citati, la lettera di presentazione può rappresentare senz’altro un’altra causa per cui dopo colloquio non ti richiamano.

6) Informazioni di contatto errate

Il silenzio dopo colloquio dei recruiters potrebbe anche derivare da informazioni di contatto errate inserite nel curriculum. Pertanto, il nostro consiglio prima di inviarlo è sicuramente quello di ricontrollare sempre bene, tra le altre cose, questo tipo di informazioni in quanto potrebbero costarti una mancata chiamata/mail dopo colloquio.

Dopo colloquio non richiamano: cosa fare?

Se dopo colloquio non richiamano, è necessario mettere in pratica una serie di azioni che ti aiutano a far sì che ciò non accada:

1) Invia una email o un messaggio di ringraziamento

Una delle prime azioni da compiere se dopo colloquio non richiamano è inviare una mail o un messaggio di ringraziamento. Questo dovrebbe essere fatto entro 24 ore dal colloquio e consiste nel ringraziare il recruiter o il responsabile delle assunzioni per il tempo dedicato, riaffermare il tuo interesse per la posizione e, se possibile, fare riferimento a un particolare aspetto del colloquio che ti ha colpito o che hai trovato particolarmente interessante. Questa azione può aiutare a mantenere aperte le linee di comunicazione e a lasciare un’impressione positiva.

2) Richiedi un feedback

Se non hai ricevuto notizie dopo un periodo di tempo ragionevole (generalmente, due settimane possono essere un buon intervallo di riferimento, ma ciò può variare a seconda dell’azienda), è appropriato inviare un’email per chiedere in modo cortese e rispettoso un aggiornamento sul processo di selezione. All’interno del tuo messaggio puoi anche inserire un feedback sul tuo colloquio. Anche se non tutti i recruiter sono in grado o disposti a fornire feedback dettagliato, alcuni potrebbero offrire preziose informazioni che possono aiutarti a migliorare alcuni aspetti delle tue future candidature.

3) Valuta il tuo colloquio

Approfitta del tempo di attesa e di silenzio dopo colloquio per riflettere sulla tua intervista. Pensa a quali domande ti hanno posto, al modo in cui tu hai risposto e alle aree in cui avresti potuto migliorare. Considera anche il tuo linguaggio del corpo, il contatto visivo e la tua capacità di stabilire un rapporto con l’intervistatore. Identificare aree di miglioramento può aiutarti a prepararti meglio per i futuri colloqui.

4) Non fermarti nella tua ricerca lavoro

Anche se dopo colloquio non richiamano e tu stai aspettando un feedback da parte dei selezionatori, non precluderti la possibilità di continuare la tua ricerca e sostenere altri colloqui. Continuare ad applicare per altre posizioni può, infatti, aprirti a nuove opportunità e aiutarti a mantenere un mindset positivo. Ricorda che il processo di ricerca lavoro è spesso una questione di numeri e perseveranza.

Per superare efficacemente i colloqui la parola chiave è una sola: allenarsi. Per preparati al meglio e colpire i recruiter, prova subito gratuitamente il training ai colloqui Jobiri: con le video simulazioni self-service potrai abituarti a rispondere alle tipiche domande dei recruiter e scoprire come migliorarti.

Registrati subito!

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati