La lettera di referenze è uno degli strumenti che i candidati hanno a disposizione per farsi conoscere nel mercato del lavoro. Accanto a un efficace CV e a una buona lettera di presentazione, infatti, per i recruiters può essere importante anche leggere la tua lettera di referenze.

Attraverso le referenze di persone che hanno già avuto modo di verificare le tue capacità, è infatti possibile arricchire la tua candidatura per una nuova posizione, aumentando sensibilmente le possibilità di attirare l’attenzione dei selezionatori. 

Per farlo, però, è necessario che la lettera sia ben scritta e che provenga da una fonte autorevole. A chi, come e quando chiedere una lettera di referenze? Questo articolo ti darà le risposte che cerchi! 

Che cos’è una lettera di referenze?

La lettera di referenze o lettera di raccomandazione è un testo scritto che certifica l’insieme delle qualità e delle competenze di un candidato. Chiesta solitamente a un ex datore di lavoro, ad un dirigente e/o ad un professore universitario che hanno avuto modo di collaborare con te, la lettera di referenze è un documento che contiene un parere oggettivo ed esterno sul tuo know how.

Puoi chiedere le referenze su LinkedIn o attraverso altri canali: ciò che è importante è scegliere la persona giusta! Solo così la lettera di raccomandazione potrà offrirti un valido aiuto per far colpo sui selezionatori. 

Anticipa le mosse dei recruiters con le videolezioni di Jobiri! Se decidi di guardarle, puoi imparare tutti i segreti e le strategie dei consulenti di carriera e dei selezionatori! Trova il lavoro dei tuoi sogni, clicca qui.

Per poter sfruttare pienamente tutti i vantaggi della lettera di referenze è importante conoscere bene a chi, come e quando chiederla. 

A chi chiedere una lettera di referenze

Partiamo dalla prima domanda, ossia a chi rivolgerti per la creazione della tua lettera di referenze. Quest’ultima, solitamente, viene chiesta al tuo ex datore di lavoro, una persona con cui hai interrotto la collaborazione ma con la quale hai ancora degli ottimi rapporti. E’ bene tener presente, infatti, che la persona a cui poter chiedere la lettera di referenze deve essere capace di tessere le tue lodi nel documento, mettendo in evidenza tutti i punti di forza e le capacità che hai saputo dimostrare nel corso del tuo lavoro. Oltre al datore di lavoro, puoi chiedere la tua lettera di raccomandazione anche a dirigenti e/o supervisori con cui hai lavorato in modo continuativo, o anche ad eventuali clienti, consulenti o personaggi autorevoli con cui hai avuto la possibilità di collaborare nel tempo. 

Come chiedere una lettera di referenze

Per quanto riguarda il come chiedere una lettera di referenze, i consigli da seguire sono principalmente due: 

  • La richiesta all’ex datore di lavoro o in generale alla persona che hai scelto, andrebbe fatta nel modo giusto, sottolineando quanto è stato costruttivo per te lavorare in quell’azienda. É poi opportuno spiegare perché hai scelto di contattare proprio quel potenziale referente, facendo appello alle sue competenze professionali e al buon rapporto instaurato nel tempo.
  • E’ importante dare al referente tutte le informazioni necessarie per poter realizzare un testo utile ed efficace. E’ quindi preferibile fargli avere una copia del tuo curriculum vitae e della tua lettera di presentazione: in questo modo gli darai la possibilità di confermare quanto già riportato nel tuo CV, così da supportare la presentazione delle tue competenze ed esperienze professionali. 

Quando chiedere una lettera di referenze 

La risposta al quando chiedere la lettera di referenze non è univoca, ma in generale possiamo dire che è bene anticipare la creazione del documento, richiedendolo nel momento in cui hai terminato il rapporto di lavoro con il tuo responsabile. Questo è sicuramente un giusto momento in quanto il datore di lavoro avrà un ricordo vivo e chiaro di te e potrà offrire così maggiori dettagli nella lettera di referenze. Al contrario, aspettare del tempo, può voler dire perdere i contatti e dover fare affidamento su ricordi non troppo nitidi che potrebbero andare a discapito della buona riuscita della lettera. Peraltro, va detto che le referenze non andrebbero mai richieste di fretta: è sempre bene poter lasciare al datore di lavoro o al responsabile il giusto tempo per la creazione di una lettera di raccomandazione utile e completa.

Stai cercando un nuovo lavoro e sei a corto di idee su come scrivere una buona lettera di referenze o presentazione? Scegli il Letter Builder Jobiri! Grazie a questo strumento crei la tua Cover Letter efficace e personalizzata facilmente e in poco tempo! Fai colpo sui recruiters registrandoti qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati