Se ti venisse chiesto di elaborare una lista dei fattori che rendono ideale un’azienda in cui lavorare, alcuni di questi sarebbero sicuramente:

  • Il ruolo
  • Le mansioni
  • La tipologia di contratto
  • La retribuzione
  • Eventuali benefit
  • Gli orari
  • Il clima aziendale
  • Le possibilità di crescita
  • L’investimento formativo su di te

Vogliamo svelarti un segreto! Molte di queste variabili dipendono da un fattore X, di cui spesso si ignora l’importanza, ossia i modelli organizzativi aziendali a cui ti stai proponendo!

Nei prossimi paragrafi approfondiremo, pertanto, i diversi tipi di aziende e le loro caratteristiche, per capire meglio il bagaglio di conoscenze e competenze da possedere per lavorare in ognuna di queste.

Quali tipi di aziende esistono?

Le aziende medio-piccole

Per orientarci fra i vari tipi di aziende e carpirne i segreti, possiamo far riferimento ad alcuni marker.

Partiamo dal principio: a cosa ci serve capire se un’azienda è medio-piccola o medio-grande? Possedere quest’informazione è sicuramente utile in quanto la dimensione influisce sulla stessa struttura aziendale, ossia su come viene organizzato il lavoro.

Questa è la ragione per cui in un’azienda medio-piccola sarà più probabile:

  • Occuparti di più mansioni.
  • Avere maggiore contatto personale e una maggiore libertà decisionale.
  • Personalizzare il ruolo professionale che rivesti.

Non tutto è oro, però, ciò che luccica. In un’azienda medio-piccola è infatti maggiore il rischio di fragilità economica e di avere una carriera più breve, poichè la struttura organizzativa potrebbe essere più o meno piatta. Ovviamente, a seconda della dimensione le sfumature di grigio cambieranno.

Ora rallenta e prova a chiederti: questo modello organizzativo aziendale è più o meno vicino a me? Per risponderti hai bisogno di far chiarezza su chi sei. Tieni presente che, sia che si tratti di un’azienda medio-piccola che di una medio-grande, fare una mappatura delle competenze che hai e avere obiettivi professionali chiari sono fattori cruciali per far decollare la tua carriera!

Ciò che invece potrebbe cambiare in un contesto piuttosto che in un altro è un modo di essere. Nelle piccole aziende sono ad esempio molto apprezzate le persone autonome, indipendenti e con buone capacità di organizzazione e gestione.

In questi contesti spesso si ricoprono più ruoli e proprio per questo una delle abilità fondamentali da possedere è la flessibilità cognitiva.

Le aziende medio-grandi

Tra le tipologie di aziende che possono essere più o meno adatte a te, c’è l’azienda medio-grande.

Lavorare in un’azienda medio-grande significa:

  • Ottenere dei benefici a livello curriculare, in quanto aver lavorato per una di esse ti permetterà in futuro di sfoggiare un più efficace e noto biglietto da visita.
  • Impegnarti in un’organizzazione ben strutturata, dalla quale potresti apprendere solidi metodi di lavoro che incideranno sul tuo profilo.
  • Avere possibilità di carriera più ampie e retribuzioni più alte della media con benefit aggiuntivi.

Come per le aziende medio-piccole, anche in questo caso c’è l’altra faccia della medaglia. Nello specifico, nelle aziende medio-grandi aumentano i giochi di potere interni, che possono condizionare la vita organizzativa e di carriera. Lavorare in questi tipi di aziende significa, dunque, essere disposti a seguire pedissequamente le procedure, tenere a bada lo spirito imprenditoriale, essere capaci di restare nei propri confini, scegliere se partecipare o meno alle sfide di potere interne o vivere nell’anonimato.

Già da questa prima distinzione, appare dunque chiaro come, a seconda della grandezza aziendale, è utile possedere qualità, abilità e competenze trasversali diverse.

Vuoi valorizzare il tuo bagaglio di competenze con un lavoro che ti appassiona e ti soddisfa? Scegli il servizio Career Coaching Jobiri e fatti supportare da un coach esperto! Un professionista al tuo fianco può, infatti, aiutarti ad identificare e perseguire obiettivi professionali in grado di soddisfarti, assicurandoti crescita lavorativa e felicità personale. Che cosa aspetti?

Il carattere di un’azienda

Oltre a scegliere i tipi di aziende in base alla grandezza, puoi anche approfondire se un’organizzazione ha un carattere più imprenditoriale o manageriale.

In un’azienda di stampo imprenditoriale le parole vincenti sono quelle che esprimono passione e motivazione verso l’ambito per cui ci si sta proponendo. Nel secondo caso, invece, va tenuto presente che le strutture dirette dai manager sono più schematizzate e che va quindi utilizzato un linguaggio analitico che riflette metodologia, abilità progettuale e capacità di innovare, ovviamente se richieste dal ruolo.

Poichè le informazioni sopra proposte aumentano la tua conoscenza, puoi a questo punto porti alcune domande guida, le cui risposte potrebbero illuminarti.

Ecco alcuni esempi:

  • A quale tipo di azienda sto inviando il mio CV? (domanda generica).
  • Si tratta di un’azienda grande o piccola? (domanda sulla dimensione numerica, economica).
  • E’ un’azienda di stampo imprenditoriale o manageriale? (domanda sulla conduzione).
  • E’ un’azienda internazionale, nazionale, regionale o locale? (domanda sulla cultura aziendale).
  • E’ un’azienda che presenta un business tradizionale o innovativo? (domanda sulla politica aziendale).
  • E’ un’azienda che propone servizi o produzioni? (domanda sul tipo di business).
  • E’ un’azienda profit o un’organizzazione no profit? (domanda sulla mission e sull’etica aziendale).

Il principio che va tenuto presente nell’individuare le risposte è il seguente: i dettagli possono davvero fare la differenza!

Stai inviando il CV all’azienda dei tuoi sogni ma pensi che non sia abbastanza efficace? Fatti notare dai selezionatori scegliendo il servizio Revisione CV Jobiri! Progettato dai migliori recruiters, questo strumento effettua scrupolose analisi e valutazioni del tuo curriculum e ti restituisce feedback personalizzati per farti ottenere più colloqui. Rendi perfetto il tuo CV registrandoti qui.

coach_massimo Autore: Massimo Ravasi
Career Coach Jobiri

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati