software_engineer

Indice dei contenuti

Nell’era digitale in cui viviamo, un software engineer svolge un ruolo cruciale nello sviluppo e nell’evoluzione delle tecnologie che plasmano le nostre vite. Ma esattamente chi è e cosa fa un software engineer?

Un software engineer è un professionista specializzato nell‘analisi, progettazione, sviluppo e manutenzione di software. I software engineer sono esperti nella scrittura di codice e nella risoluzione di problemi complessi legati al software; lavorano in diversi settori, dalle aziende di tecnologia alle istituzioni finanziarie, alle società di consulenza, per creare soluzioni software innovative.

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 150.000 persone

career_coaching_vs_career_counseling

Nei prossimi paragrafi esploriamo nel dettaglio questa figura professionale, focalizzandoci su:

  • software engineer cosa fa
  • come diventare software engineer
  • le principali competenze di un software engineer
  • software engineer stipendio

Software engineer cosa fa

Partiamo dal software engineer cosa fa. Quali sono le principali responsabilità di questa figura?

1) Analisi dei requisiti

Il software engineer lavora a stretto contatto con gli stakeholder, tra cui clienti, responsabili dei progetti e utenti finali, per comprendere e definire i requisiti del software. Questa fase coinvolge la raccolta di informazioni, l’identificazione delle funzionalità richieste e la comprensione delle limitazioni tecniche e dei vincoli di tempo.

2) Progettazione del software

Una volta acquisiti i requisiti, il software engineer progetta l’architettura del software. Questa fase include la definizione della struttura del sistema, la suddivisione in componenti, l’organizzazione delle funzionalità e la scelta delle tecnologie e degli strumenti di sviluppo più adatti. L’obiettivo è creare una solida base per l’implementazione del software.

Contatta un consulente di carriera

I nostri career coach possono aiutarti a trovare un nuovo lavoro e nella tua crescita professionale

3) Sviluppo del codice

Utilizzando linguaggi di programmazione come Java, C++, Python o JavaScript, il software engineer scrive il codice che implementa le specifiche del software. Questa fase richiede competenze di programmazione avanzate e la conoscenza delle migliori pratiche di sviluppo software. Il codice prodotto deve essere robusto ed efficiente.

4) Testing e debugging

Dopo aver scritto il codice, il software engineer esegue una serie di test per verificare che il software funzioni correttamente. Questi test possono includere il testing delle singole componenti, il testing delle integrazioni tra le componenti e il testing dell’intero sistema. L’obiettivo è individuare e correggere eventuali errori o bug che potrebbero compromettere il funzionamento del software.

5) Ottimizzazione delle prestazioni

Il software engineer si impegna a migliorare le prestazioni del software, ottimizzando il codice e l’architettura. Ciò può comportare l’identificazione e l’eliminazione di eventuali punti deboli che influiscono sulle prestazioni o l’ottimizzazione di algoritmi e strutture dati per rendere il software più efficiente.

6) Documentazione

Durante tutto il processo di sviluppo, il software engineer crea una documentazione dettagliata del software. Questa documentazione include specifiche tecniche, diagrammi, manuali utente e documentazione di codice. La documentazione è essenziale per consentire ad altri sviluppatori di comprendere e lavorare sul software in futuro.

7) Manutenzione e aggiornamenti

Dopo il rilascio del software, il software engineer si occupa della sua manutenzione e dei successivi aggiornamenti. Questa attività include la correzione di bug segnalati dagli utenti, l’implementazione di nuove funzionalità richieste e l’adeguamento del software a nuovi requisiti o tecnologie.

8) Collaborazione continua

Il software engineer spesso lavora all’interno di un team multidisciplinare e deve essere in grado di comunicare efficacemente con altri sviluppatori, progettisti, responsabili di progetto e stakeholder. La collaborazione è fondamentale per garantire il successo del progetto e il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Ti piacerebbe diventare game designer? Clicca qui per scoprire come farlo

Come diventare software engineer

1) Laurea in informatica

Uno dei percorsi più validi per diventare software engineer è la laurea in informatica. Si tratta di un percorso di studio che permette di acquisire una vasta conoscenza teorica e pratica dell’informatica e dello sviluppo del software attraverso l’approfondimento di tematiche quali architettura del computer, basi di dati, intelligenza artificiale, ecc.

2) Laurea in ingegneria

Altro percorso di laurea valido è quello di ingegneria, una facoltà che si concentra sulla combinazione di principi scientifici e matematici con l’applicazione pratica nell’ingegneria del software. Si tratta, dunque, di un percorso di studio particolarmente utile per chi vuole diventare software engineer in quanto si focalizza su tematiche come ingegneria del software, programmazione, sistemi operativi (concetti di gestione della memoria, della pianificazione dei processi, dei file system e delle interfacce utente, ecc), project management e molto altro.

3) Master o corsi specifici

Oltre alla laurea o in maniera complementare a questa puoi scegliere di seguire un master o corso specifico per esempio su ingegneria dei software o programmazione per approfondire e potenziare tematiche come scienza dei dati, coding, sviluppo web, reti informatiche, ecc.

Le principali competenze di un software engineer

Dopo aver visto un software engineer cosa fa e come diventare software engineer, vediamo quali sono le principali skills che un software engineer deve possedere.

Tra le hard skills di un software engineer emergono:

1) Programmazione

Tra le competenze tecniche più importanti che un software engineer deve possedere c’è sicuramente la programmazione. Questa figura deve, infatti, avere una solida conoscenza di uno o più linguaggi quali Java, C++, Python, JavaScript, Ruby, ecc.

2) Conoscenza di algoritmi e strutture dati

Un software engineer deve comprendere algoritmi e strutture dati. Tale competenza include la conoscenza di algoritmi di ordinamento, ricerca, strutture dati come array, liste, code, pile, alberi e grafi.

3) Architettura del software

E’ molto importante, poi, che un software engineer abbia una solida comprensione dell’architettura del software e la capacità di progettare sistemi software scalabili, modulari ed efficienti. Un software engineer deve, infatti, essere in grado di prendere decisioni di design informate e utilizzare i pattern di progettazione appropriati.

4) Conoscenza dei database

Altrettanto essenziale per un software engineer è la familiarità con i database e la capacità di progettarli e gestirli. Inoltre, un software engineer deve essere in grado di utilizzare il linguaggio di query SQL per interrogare e manipolare i dati.

5) Conoscenza dei sistemi operativi

Un software engineer deve anche avere una solida conoscenza dei sistemi operativi, compresa la gestione della memoria, la concorrenza dei processi, i file system e le interfacce utente. Questa competenza è importante soprattutto per sviluppare un software che funzioni in modo efficace all’interno di un ambiente operativo.

6) Conoscenza delle tecnologie e degli strumenti

Un software engineer deve anche possedere un’ottima e sempre aggiornata conoscenza delle ultime tecnologie e degli strumenti di sviluppo software, cosa che può includere framework di sviluppo, librerie, ambiente di sviluppo integrato (IDE), sistemi di controllo della versione come Git e strumenti di collaborazione.

Le soft skills di un software engineer comprendono:

1) Problem-solving

Un software engineer deve una spiccata capacità di problem-solving, skill che consiste nell’analisi di problemi complessi, nell’individuazione di soluzioni efficaci e nell’applicazione di una mentalità creativa e aperta nei confronti di eventuali sfide e difficoltà.

2) Pensiero critico

Un software engineer deve essere in grado di valutare criticamente il proprio codice e le soluzioni proposte, di riconoscere e correggere i difetti, migliorare l’efficienza e l’affidabilità del software.

3) Gestione del tempo

Un software engineer deve essere in grado di gestire efficacemente il proprio tempo e le scadenze dei progetti, pianificando e organizzando il proprio lavoro in modo efficiente, impostando priorità e rispettando i tempi stabiliti.

4) Adattabilità e flessibilità

Un software engineer deve essere in grado di adattarsi ai cambiamenti e alle nuove sfide che si presentano durante il processo di sviluppo del software, essere flessibile nel modificare le proprie strategie e approcci in base alle esigenze del progetto.

5) Pensiero sistemico

Un software engineer, inoltre, deve possedere una buona capacità di concepire il software come parte di un sistema più ampio. Detto in altre parole, un software engineer deve essere in grado di considerare l’impatto delle sue decisioni e del codice sull’intero sistema e sull’esperienza dell’utente.

Software engineer stipendio

Per quanto riguarda il software engineer stipendio, quest’ultimo può variare in base a diversi fattori, come l’esperienza del professionista, la posizione geografica, le dimensioni dell’azienda e il settore in cui opera.

Volendo fornire un’indicazione generale, possiamo affermare che, a seconda dell’esperienza e delle responsabilità, il salario medio iniziale di un software engineer varia da 30.000 a 40.000 euro lordi l’anno. Con l’aumento dell’esperienza e delle responsabilità, poi, gli stipendi possono aumentare notevolmente e variare da circa 45.000 euro lordi annui a 60.000 euro e oltre.

Stai cercando lavoro come software engineer a Bologna e vorresti il supporto di un professionista esperto? Affidati ad un Career coach a Bologna per soddisfare questa e molte altre esigenze professionali! Il supporto di un professionista esperto ti offre la possibilità non solo di capire più velocemente le aziende più idonee in cui inserirti, ma anche di imparare a valorizzarti e “venderti” migliorando il tuo profilo LinkedIn e rendendolo impeccabile. Che cosa aspetti? Prenota subito una consulenza con un career coach a Bologna qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati