E’ sempre positivo e stimolante essere scelti dai recruiters per ricoprire una posizione per la quale ci si è candidati. Non a caso, infatti, se i selezionatori hanno scelto proprio te, vuol dire che hai svolto in maniera soddisfacente e convincente i colloqui.

Tuttavia, può capitare che quella posizione per cui ti sei candidato e hai fatto il colloquio non sia perfettamente adatta a te per una serie di motivi: che cosa fare a quel punto? La accetti anche se in partenza non ti convince? Il nostro consiglio è di non farlo, ma piuttosto di rifiutare quell’offerta di lavoro.

Ebbene sì, sapere come rifiutare un’offerta di lavoro non è sempre semplice: occorrono professionalità, rispetto, correttezza e gentilezza. Poichè tutti, nel corso della carriera, ci siamo trovati almeno una volta a dover e voler rifiutare un’offerta di lavoro, abbiamo pensato di trattare questa tematica nell’articolo che segue, focalizzandoci sui migliori modi per raggiungere questo obiettivo efficacemente.

Le principali motivazioni che spingono a rifiutare un’offerta di lavoro

Prima di capire come rifiutare gentilmente un offerta di lavoro, è molto utile porsi una serie di domande per capire i motivi principali che ti spingono a prendere una decisione del genere:

  • Per quale motivo non sono più interessato a questo lavoro?
  • L’idea di rifiutare è dettata dal momento o credo fermamente che questa possa essere la decisione giusta?
  • Accettare quest’offerta può permettermi poi ottenere il lavoro che desidero in futuro?

Queste ed altre simili domande sono fondamentali per capire a fondo che cosa ti sta portando sulla strada del rifiuto di un’offerta di lavoro.

Sebbene possano essere variegate e differenti le motivazioni che portano al rifiuto di un’offerta di lavoro, alcuni tra i principali motivi per cui la maggior parte dei professionisti declina un’offerta sono:

1. Lo stipendio

Hai fatto tutti gli step del processo di selezione e sei arrivato all’ultimo prima della conclusione. Si parla di stipendio e il selezionatore ti comunica la tipologia di contratto che l’azienda è disposta ad offrirti e quindi l’ammontare della retribuzione mensile o la RAL. In quel momento può capitare che tu non condivida quanto offerto poiché, ad esempio, pensi di avere sufficiente esperienza per ricevere di più o altro. E’ quindi possibile che quell’offerta diventi per te non più appetibile come prima.

2. I benefits

Altro motivo per il quale è possibile che tu decida di rifiutare un lavoro sono i benefits. Infatti, solitamente nelle fasi finali del processo di selezione, i recruiters indicano al candidato anche tutti i benefits connessi al ruolo per il quale si sta candidando. E’ probabile che tu in quel momento ti renda conto che i benefits proposti non sono quelli che ti aspettavi o sono molto meno appetibili rispetto a quelli proposti da altre aziende. In ogni caso, tutto dipende dalle tue priorità! Se i benefits rientrano in queste ultime e non soddisfano le tue aspettative, allora fai bene ad intraprendere la direzione del rifiuto.

3. Un’offerta migliore

Quante volte ti sarà capitato di essere interessato a più posizioni nello stesso arco di tempo e ad inviare il tuo CV contemporaneamente a più aziende?! Sicuramente tantissime! Ecco, è possibile che, facendo due o più colloqui per svolgere ruoli più o meno simili, tu alla fine decida di scegliere quella che per te è l’offerta migliore, in termini di retribuzione, di benefits o di attività da svolgere. Se ne scegli una, è ovvio che sei poi costretto a rifiutare tutte le altre.

4. La posizione

Un’altra motivazione frequente per cui si declina un’offerta di lavoro è la posizione. E’ possibile, infatti, che tu abbia superato i vari step di selezione, ma ti sei reso conto che la posizione per cui ti stai candidando e quindi le attività che dovresti svolgere nel corso delle tue giornate di lavoro non siano compatibili con il tuo profilo e/o con quello che vorresti fare. Anche in questo caso è molto importante avere il coraggio di rifiutare, in quanto svolgere un lavoro che già in partenza rischia di non piacerti può rivelarsi a lungo andare una scelta dannosa.

5. La sede di lavoro

Infine, tra le motivazioni che spingono a rifiutare un’offerta di lavoro c’è anche la sede di lavoro. Se, in fase di colloquio, i recruiters ti comunicano che la sede di lavoro sarà molto lontano da dove vivi o addirittura in un’altra città e tu non hai intenzione di spostarti, questo può sicuramente essere per te un motivo per declinare quella proposta.

Come rifiutare un’offerta di lavoro

Vediamo a questo punto come rifiutare un’offerta di lavoro nel migliore dei modi, stando attenti a non “tagliare completamente i ponti” con quell’azienda e precludersi quindi un’ipotetica opportunità futura.

Per fare questo, abbiamo pensato di proporti quella che gli inglesi chiamano formula P.O.L.I.T.E, aggettivo che letteralmente significa educato/a. Seguendo questa formula, puoi infatti sapere come rifiutare un lavoro senza troppa fatica e soprattutto restando cortese e professionale. La formula P.O.L.I.T.E consiste nel mettere in pratica le seguenti azioni:

1. P: Andare dritti al punto

E’ molto importante andare dritti al punto quando si rifiuta un’offerta di lavoro. Tieni presente che, come tu non vuoi aspettare troppo tempo per ottenere un feedback dai recruiters, così questi ultimi non vorrebbero “perderne” troppo con te. Dà, quindi, loro la possibilità di valutare altri candidati se non sei interessato a quella posizione.

2. O: Citare un’opportunità che si adatta maggiormente a te

Che sia per mail, per telefono o di persona, quando rifiuti un’offerta, non sottolineare cosa c’è di sbagliato in questa, ma concentrati piuttosto sul fatto che stai valutando “un’opportunità che si adatta meglio ai tuoi obiettivi di carriera o alle tue aspirazioni lavorative.”

Rimanendo ovviamente sul vago e non entrando nel merito, eviti in questo modo di “sminuire” la persona o l’azienda.

3. L: Citare un fattore che ammiri

Come rifiutare gentilmente un offerta di lavoro? Citando, ad esempio, un fattore aziendale che ammiri. Senza falsità o ipocrisia, prova a fare riferimento a qualcosa di positivo vissuto durante l’esperienza del colloquio o su altri elementi di quella posizione o dell’azienda che reputi positivi.

Fare ciò non significa essere falsi o ignorare gli elementi negativi: serve a mettere in evidenza il fatto che non hai ignorato gli aspetti positivi di quel lavoro e che in futuro, forse, potresti anche essere disposto a rivalutarlo.

4. I: Invitare a un contatto futuro

Come detto prima, è molto importante non chiudere tutte le porte con l’azienda di cui stai rifiutando quell’offerta. Il futuro non si può prevedere e non puoi sapere se un giorno con quell’azienda si possono aprire nuove prospettive di collaborazione.

5. T: Ringraziare sempre

Non dimenticare mai di esprimere il tuo apprezzamento e la tua riconoscenza nei confronti dei recruiters sia per l’opportunità che ti è stata offerta, sia per il tempo investito con te.

6. E: Esprimere empatia

Infine, prova il più possibile a metterti nei panni del tuo interlocutore (che ha appena ricevuto un rifiuto da parte tua), cercando di essere quanto più empatica possibile e cercando di lasciare una buona impressione.

Come rifiutare un’offerta di lavoro via mail: 3 esempi

Come rifiutare un’offerta di lavoro via mail? Ecco alcuni esempi utili e concreti.

Esempio 1: come rifiutare un’offerta di lavoro a causa dello stipendio troppo basso

“Gentile [nome selezionatore],

[…]

Apprezzo molto la vostra offerta: essere stata scelta tra decine di candidati significa molto per me e per questo vi ringrazio.

Tuttavia, in base alla mia esperienza, alle ricerche che ho fatto e alle mie aspettative, non mi sento in questo momento di accettare un’offerta inferiore a XX euro. Mi dispiace dover rifiutare quella che sembra una valida e significativa opportunità in [nome azienda], che è leader nel settore alimentare internazionale.

Grazie per aver dedicato del tempo a conoscermi. Anche per me è stato un piacere conoscervi. Sono certa che troverete la risorsa perfetta per il vostro team. Se posso fare qualcosa per aiutarvi, fatemelo sapere!”.

Esempio 2: come rifiutare un lavoro mettendo l’accento sulla possibilità di rimanere in contatto

“Gentile [nome selezionatore],

[..]

la ringrazio infinitamente per l’opportunità che mi è stata offerta. Purtroppo, al momento, mi sento costretta a dirle che non sono nella situazione più agevole per lasciare il mio attuale impiego: sto gestendo diversi progetti con clienti importanti e non mi sembra professionale abbandonarli a metà dell’opera.

Inoltre, non mi sento pronta a cogliere una nuova opportunità senza concludere in modo adeguato e rispettoso i rapporti con il mio attuale datore di lavoro.

Tuttavia, spero davvero di poter riparlare in futuro con lei dell’opportunità offertami, poiché la ritengo un buon trampolino di lancio per la mia carriera.

Nell’attesa di risentirla, le auguro una buona giornata.”

Esempio 3: Come rifiutare un’offerta di lavoro quando non sei interessato alla posizione

“Gentili [nomi selezionatori],

[..]

Vi ringrazio per avermi scelto per la posizione di [nome] presso la vostra azienda. È stato un piacere conoscere voi e i vostri colleghi durante questo percorso e toccare con mano la passione e la professionalità con cui ogni giorno svolgete il vostro lavoro.

Purtroppo, a malincuore, vi comunico la mia decisione di non accettare la vostra offerta: dopo aver riflettuto ed esaminato attentamente le attività fondamentali che andrò a svolgere, ho capito che non sono perfettamente compatibili con il attuale percorso di carriera e con quanto sto cercando.

Sebbene mi dispiaccia molto comunicarvi questa decisione, permettetemi di esprimere la mia gratitudine per la vostra generosità e trasparenza.

Cordiali saluti”

Stai cercando un nuovo lavoro più stimolante e compatibile con il tuo profilo e le tue aspirazioni professionali? Ricevi decine di migliaia di offerte di lavoro con il servizio Ricerca Lavoro di Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente basato su AI. Grazie a Jobiri semplifichi la ricerca del tuo lavoro. Non far passare altro tempo. Registrati qui!

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati