Come una candidatura respinta può diventare una risorsa per trovare lavoro

2018-10-23T16:19:16+00:00 16 ottobre 2018|Trova lavoro|

Avevi tutte le qualifiche per quel lavoro. I giorni passano e controlli la posta elettronica sempre più di frequente, fin quando arriva la temuta e-mail di rifiuto che con un messaggio rapido e generico di due frasi ti informa che il tuo iter di selezione non può proseguire. Sappi che non esiste candidato o lavoratore sulla terra che non abbia mai ricevuto una lettera di rifiuto. È importante che metti da parte rabbia o delusione e che sfrutti questo momento per ottenere alcune preziose informazioni su come migliorare la tua capacità di sostenere un colloquio e in generale la tua ricerca del lavoro.

Anche se la risposta non è assicurata, uno dei migliori approcci per reagire ad una candidatura respinta è quello di inviare un’email per chiedere un feedback. Ti proponiamo qui di seguito un esempio:

Gentile [nome dell’intervistatore],

La ringrazio per l’aggiornamento. Mi ha fatto molto piacere incontrarla e ho davvero apprezzato l’opportunità di conoscere meglio [nome della società].

Se possibile, mi piacerebbe avere un feedback del mio colloquio e delle mie qualifiche in generale. Sono sempre alla ricerca di nuovi spunti per potermi migliorare, e apprezzerei davvero un vostro riscontro mentre proseguo la mia ricerca del lavoro.

La ringrazio per la disponibilità e l’attenzione.

Cordialmente,

[Il tuo nome]”

Non riesci ad accantonare il tuo orgoglio o ti imbarazza chiedere un feedback? Ecco 5 benefici che ti faranno cambiare idea.

1. Ottieni informazioni utili su come migliorare la tua ricerca del lavoro

Iniziamo con il beneficio più ovvio. Chiedendo un feedback a persone che non vogliono assumerti, puoi ricevere informazioni preziose su dettagli specifici che puoi migliorare in vista del prossimo colloquio.

Forse eri un candidato super qualificato, ma la tua costante agitazione ha fatto spazientire l’intervistatore. Forse ci sono delle competenze che l’intervistatore non ha riscontrato nel tuo profilo. O forse lui o lei non pensava che tu fossi preparato adeguatamente per quella posizione. Di qualunque cosa si tratti, questa informazione ti aiuterà ad affrontare il prossimo colloquio con maggiore consapevolezza.

2. Puoi imparare qualcosa di nuovo su di te

Per farti apprezzare questo aspetto, riportiamo qui di seguito un veloce estratto di una chat ricevuta da Vanessa, una delle nostre candidate che ha trovato lavoro grazie a Jobiri:

Ci tengo a ringraziarvi molto per quanto avete fatto per me. Non solo ho trovato un lavoro, ma ho finalmente capito come affrontare la ricerca con il piede giusto. Mi sembrava una banalità, ma anche chiedere feedback come suggerite è stato vitale. Ricordo 5 settimane fa, quando ho richiesto un feedback dopo l’ennesimo rifiuto ad una posizione di cui ero entusiasta. Il selezionatore è stato sorprendentemente utile, tanto che mi ha detto che avevo la spiacevole abitudine di completare le frasi delle altre persone. ;-(

Le mie intenzioni erano buone: stavo cercando di mostrare accordo e interesse per ciò che stava dicendo l’altra persona. Ma evidentemente era solo fastidioso per i miei interlocutori.

Chiedere consigli e opinioni a seguito di una candidatura respinta potrebbe aiutarti a scoprire qualcosa di cui non eri nemmeno a conoscenza. A differenza dei tuoi amici, mentori, o anche della fedelissima mamma, l’intervistatore non ha davvero nulla da perdere nell’essere veramente onesto con te. Quindi, è probabile che riceverai alcuni dei tuoi feedback più preziosi.

3. Dimostri che sei disposto a imparare e crescere, anche quando è scomodo

Chiunque può dirsi capace di accogliere critiche costruttive. Ma contattando e chiedendo in modo proattivo un feedback, dimostri effettivamente che sei sempre alla ricerca di modi per migliorare, imparare e crescere. Chiedere un feedback è un modo per lasciare un’impressione positiva di te.

4. Apri la porta a future opportunità

Anche se può essere difficile metabolizzare la delusione, il lavoro che hai perso non è l’unico che esiste.

Considera che l’azienda con cui hai fatto il colloquio potrebbe aprire un’altra posizione simile. Chi credi che gli verrà in mente quando dovranno iniziare i colloqui? Sarà la persona che non si è nemmeno preoccupata di inviare una veloce e-mail di ringraziamento dopo esser stata rifiutata? Probabilmente no.

Al contrario, una persona proattiva e che richiede dei feedback avrà più probabilità di essere ricontattata per una nuova posizione.

Quindi, ricordati sempre di giocarti tutte le tue carte fino alla fine!

5. Puoi andare avanti sapendo che hai dato tutto

Alcune aziende adottano una rigida politica di “no feedback” per evitare potenziali cause legali. Quindi, potresti non ricevere risposta alla tua richiesta di informazioni.

Tuttavia, vale comunque la pena tentare e in questo caso puoi andare avanti con la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile.

Essere respinti non è mai divertente, e chiedere suggerimenti o consigli può indubbiamente sembrare un po’ imbarazzante. Ma è anche un prezioso momento di crescita. Quindi, metti da parte i tuoi dubbi e resta aperto alle critiche costruttive: puoi scoprire informazioni preziose che potranno aiutarti a trovare il tuo prossimo lavoro!

Come avrai sperimentato, la ricerca di un lavoro è spesso accidentata. Scopri come possiamo aiutarti ad accelerare la tua ricerca come abbiamo fatto con Vanessa e altre migliaia di candidati, cliccando qui.