Negli ultimi anni anche il mondo del lavoro sta cambiando: cambiano le professioni più richieste, il modo di lavorare (basta pensare al successo dello smart-working) e i metodi di selezione delle aziende. Una nuova modalità di selezione che sta prendendo piede soprattutto nell’ultimo periodo è il social recruiting, cioè il processo di ricerca e selezione del personale attraverso i social network.

Social recruiting: definizione

Con social recruiting si intende una nuova tipologia di ricerca e selezione del personale che sta avendo molto successo negli ultimi anni: i selezionatori utilizzano i social network per trovare candidati, valutandone le competenze, l’immagine e il profilo professionale direttamente dai profili social.

Negli ultimi anni un numero sempre maggiore di aziende ha iniziato a curare la propria presenza sui social, Linkedin in particolare, ma anche Instagram, Facebook e Twitter. I profili social sono diventati uno strumento importante per le aziende per entrare in contatto diretto con i propri clienti ma anche con potenziali impiegati: ecco perché è fondamentale curare la propria immagine digitale e seguire precise indicazioni per usare correttamente i social network per trovare lavoro.

Social recruiting su Facebook, Linkedin, Instagram e Twitter

I selezionatori, attraverso il social recruiting, osservano i profili dei candidati per raccogliere informazioni sulla vita, sui gusti personali e sulle frequentazioni. Tutto il materiale che pubblichi può far spostare l’ago della bilancia nel processo decisionale per un’assunzione. È fondamentale che tu gestisca in maniera responsabile anche questi canali per creare una buona digital reputation.

Non basta essere presenti online: bisogna anche gestire i propri profili social nella maniera corretta: aggiornarli sempre, possibilmente con nuove referenze, partecipare a discussioni coerenti con il tuo settore lavorativo e non fare scivolate. Non pubblicare foto imbarazzanti, post offensivi o materiali che possono metterti in cattiva luce agli occhi dei recruiter.

Il social recruiting solitamente viene fatto su Linkedin, la piattaforma più adatta per cercare lavoro, tuttavia non vanno sottovalutati gli altri social: è possibile trovare lavoro con Instagram, come con Twitter e Facebook.

I vantaggi del social recruiting

Per i selezionatori e per i candidati stessi la tecnica del social recruiting è molto utile.

Infatti, questo nuovo metodo ha permesso uno slittamento da una dinamica passiva ad una attiva: i recruiter ora possono osservare i profili online dei candidati, ottenendo un buon numero di informazioni generali tra cui la loro attitudine e il loro modo di essere; i candidati stessi, d’altro canto, possono ricevere un maggior numero di informazioni sull’azienda, sulla posizione e sul settore.

Inoltre, utilizzando i social network per trovare profili in linea con la posizione, i recruiter potranno scegliere fra una gamma molto differenziata di profili, aumentando il numero di potenziali candidati ma arrivando a trovare anche figure molto specializzate.

Personal branding e network professionale: strumenti utili per entrare nel radar dei recruiter

Curare il tuo personal branding è fondamentale per trovare un lavoro. I recruiter verificano sempre i profili social dei candidati e a partire da questi iniziano a farsi una prima idea su di loro. Per questo è fondamentale avere profili social professionali che ti dipingono come un candidato perfetto che incarna i valori dell’azienda.

Ecco alcune cose da tenere a mente per curare il tuo personal branding:

  • Dimostra che la tua personalità è in sintonia con l’azienda.
  • Inserisci nel profilo le qualifiche professionali dichiarate nel CV.
  • Dimostra la tua creatività.
  • Inserisci buone referenze da parte di terzi.
  • Dimostra buone capacità di comunicazione.
  • Fai molta attenzione al linguaggio che usi.
  • Metti in luce premi e riconoscimenti ricevuti.

Inoltre, è fondamentale coltivare una buona rete di contatti. Oltre al fatto che possono sempre tornare utili durante il tuo percorso lavorativo, dimostrerai ai recruiter di essere in grado di creare ottime relazioni. I tuoi account social ti permetteranno di crearti (o mantenere) relazioni con figure professionali del tuo settore e non solo, aprendoti a molte opportunità lavorative.

Comincia subito la tua ricerca di lavoro

Ora che hai capito come funziona il social recruiting e tutti i suoi vantaggi, puoi sistemare i tuoi profili social e iniziare a cercare lavoro. Il social recruiting è uno dei tanti modi per entrare nel radar dei selezionatori e ottenere un colloquio per l’azienda dei tuoi sogni: usa Jobiri per prepararti al meglio, scrivendo un curriculum e una lettera di presentazione coi fiocchi, allenandoti per i colloqui e inviando la tua candidatura per posizioni scelte appositamente per te.

Prova subito Jobiri gratuitamente e preparati a trovare lavoro!

Post correlati