Sostenere l’occupabilità dei giovani: la parola agli studenti dell’Istituto Altiero Spinelli

2019-01-17T10:50:25+00:00 14 gennaio 2019|Informagiovani, Scuola|

Prosegue la collaborazione tra Jobiri e Fondazione Pardis per sostenere l’occupabilità dei giovani e aiutarli ad intraprendere i primi passi nel mondo del lavoro (a questo link l’intervista a Irene Arabnia, direttrice operativa di Fondazione Pardis).

Le scuole superiori stanno facendo enormi passi avanti in questa direzione, e c’è una crescente attenzione alla necessità di sostenere l’occupabilità dei giovani parallelamente al percorso scolastico. Promuovere l’occupabilità infatti non significa solamente insegnare ai ragazzi ad affrontare con successo i colloqui e le altre fasi di selezione, ma anche a riflettere sulle proprie aspirazioni e il percorso professionale che desiderano percorrere.

Durante l’incontro di presentazione del progetto presso l’Istituto Superiore Altiero Spinelli di Sesto San Giovanni, abbiamo chiesto ad Erika, Roberto, Adriana e Andrea di raccontarci cosa si aspettano da questa esperienza. Riportiamo di seguito il video e la trascrizione dell’intervista.

Chi sei e cosa vorresti fare da grande?

  • Mi chiamo Erika e vorrei studiare Statistica e occuparmi di analisi di dati.
  • Sono Roberto e da grande voglio insegnare Educazione fisica.
  • Sono Adriana e da grande vorrei fare la psicologa.
  • Mi chiamo Andrea e da grande vorrei fare l’ingegnere delle automazioni.

Quali sono i vantaggi di Jobiri?

  • Erika: imparare a relazionarmi con il datore di lavoro per cercare di raggiungere le sue esigenze.
  • Roberto: apprendere delle capacità utili per affrontare con successo domani un eventuale colloquio di lavoro.
  • Adriana: scoprire i miei pro e contro per poterci lavorare più avanti nel caso dovessi affrontare un colloquio per un futuro lavoro.
  • Andrea: maturare le abilità per quanto riguarda il presentarmi ad un’azienda e ad un possibile datore di lavoro.

Cosa ti è piaciuto di più dell’incontro?

  • Erika: ciò che più ho trovato interessante nella piattaforma è stato poter creare il mio curriculum a seconda dell’azienda in cui vorrei entrare e quindi creare un curriculum adatto alle varie esigenze.
  • Roberto: la possibilità di conoscere questo progetto per poter migliorare e crescere per un futuro lavorativo
  • Adriana: il momento più interessante è stato quando il fondatore di Jobiri ha raccontato la sua storia e quando ha spiegato cosa un datore di lavoro guarda in un candidato e che oltre al curriculum guarda anche i suoi profili social.
  • Andrea: mi è piaciuto molto quando il fondatore di Jobiri ha raccontato le sue esperienze e ci ha spiegato come funziona la piattaforma.

Cosa vorresti scoprire a Marzo nei colloqui con Fondazione Pardis?

  • Erika: con Fondazione Pardis vorrei scoprire a Marzo qual è il lavoro più adeguato la mio profilo.
  • Roberto: mi aspetto che il lavoro svolto con Jobiri sia stato utile per svolgere al meglio un colloquio con Fondazione Pardis.
  • Adriana: arrivare preparata a Marzo per il colloquio che terremo con Fondazione Pardis.
  • Andrea: vorrei scoprire le competenze adeguate per passare un colloquio di lavoro.

Jobiri lavora con diverse scuole per sostenere l’occupabilità dei giovani. Grazie a Jobiri gli studenti possono acquisire competenze di occupabilità in un ambiente digitale e sicuro, in cui potersi allenare ai colloqui, imparare a consultare offerte di lavoro, preparare diverse tipologie di curriculum e scoprire il loro lavoro ideale tramite esercizi guidati. Se vuoi scoprire di più su come il tuo Istituto può utilizzare Jobiri per aumentare l’occupabilità degli studenti, scrivici a info@jobiri.com.