Gli obiettivi professionali indicano sinteticamente i tuoi obiettivi di carriera. L’insieme di queste informazioni, insieme alle capacità e abilità, possono convincere i datori di lavoro che possiedi la stoffa per svolgere il ruolo a cui ti stai candidando.

Per 50 anni, o forse più, il paragrafo dedicato agli obiettivi professionali ha occupato la prima sezione del curriculum. Si presentava come una singola frase che rispondeva alla domanda: “Cosa vuoi fare da grande?”. Spesso i contenuti erano vaghi, banali, monotoni e in termini pratici non avevano grandi riscontri. Oggi, a prescindere dal lavoro per il quale ti stai candidando, il tuo focus deve essere quello di soddisfare le necessità professionali del tuo potenziale datore di lavoro.

Rispondere a tali necessità equivale a creare interesse e desiderio nei tuoi confronti. Ciò significa che non devi incentrare il tuo obiettivo professionale su ciò che vuoi ottenere dal lavoro in questione, ma su come puoi, grazie alle tue competenze e obiettivi, soddisfare i bisogni dell’azienda.

Vediamo nel dettaglio cosa scrivere nella sezione dedicata agli obiettivi professionali del tuo CV e cosa dire durante un colloquio di lavoro.

Come scrivere nel curriculum gli obiettivi professionali

Il primo consiglio è di personalizzare gli obiettivi di lavoro in base alla posizione lavorativa per la quale ti stai candidando. Prenditi del ​​tempo per fare ricerca, per ottenere una maggiore comprensione delle responsabilità lavorative e della cultura aziendale. Analizza accuratamente l’annuncio di lavoro, il sito web e i social media dell’azienda.

Una volta completata la ricerca, rifletti su come le tue capacità, la tua personalità e le tue esperienze si allineano con ciò di cui l’azienda ha bisogno e descrivile in modo conciso nel tuo curriculum. È la tua occasione per far pensare al recruiter che sei il profilo giusto per quel lavoro.

Includi le parole chiave. Grazie a questa tattica, non solo puoi aumentare le possibilità che il tuo curriculum venga rilevato da sistemi di monitoraggio automatici (chiamati ATS) di un’azienda; ma puoi anche sottolineare come le tue abilità si allineano con la posizione lavorativa.

Indica solo gli obiettivi che sono fattibili all’interno dell’azienda. Ad esempio, se come obiettivo a lungo termine vorresti diventare caporedattore di una rivista e stai facendo domanda per una testata giornalistica, non dichiararlo. Concentrati su come vuoi crescere all’interno dell’azienda.

Assicurati di inserire esempi concreti, per aggiungere credibilità ai tuoi obiettivi professionali:

  • “Cerco una posizione presso [un’impresa in crescita e attenta all’innovazione] dove poter mettere a disposizione i miei risultati di oltre 10 anni di esperienza nella gestione e sviluppo di programmi formativi.”
  • “Insegnante di istruzione elementare alla ricerca di un impiego in una scuola indipendente, dove poter applicare i miei cinque anni di esperienza nell’insegnamento.”
  • “Alla ricerca di una posizione lavorativa in cui integrare strategie per sviluppare ed espandere le vendite dei clienti, l’evoluzione del marchio e del prodotto.”
  • “Persona altamente motivata e marketer digitale certificato con forti competenze SEO e SEM, attenzione ai dettagli e solido background di marketing online, alla ricerca di una posizione come SEO Specialist in una realtà [in forte crescita].”

Quali sono i tuoi obiettivi professionali? Ecco cosa rispondere al colloquio.

Oggigiorno i recruiter si aspettano che i candidati abbiano una visione ben definita dei loro obiettivi professionali nel breve e nel lungo termine. Se non hai chiari tali aspetti, potresti perdere importanti occasioni lavorative.

Ecco 2 consigli per affrontare al meglio la domanda “Quali sono i tuoi obiettivi professionali?” in fase di colloquio.

1) Stabilisci obiettivi di carriera a breve e lungo termine

È importante avere chiara una panoramica degli obiettivi che vuoi raggiungere nel breve e nel lungo periodo, per poter pianificare al meglio il tuo percorso professionale.

  1. Inizia con l’autovalutazione dei tuoi risultati.
  2. Identifica gli obiettivi che ti sembrano raggiungibili.
  3. Fai un brainstorming ed elimina gli obiettivi che sembrano inverosimili.
  4. Ora che hai l’elenco definitivo, classificali in ordine di priorità, partendo dall’obiettivo più importante.
  5. Dividi questo elenco in obiettivi a breve termine e obiettivi a lungo termine per la tua carriera.

2) Scegli un obiettivo di carriera SMART da discutere

Parlare di un obiettivo casuale in sede di colloquio, compromette le possibilità di creare interesse nei tuoi confronti. Questo è il motivo per cui è necessario scegliere un obiettivo di carriera SMART, dimostrando così che hai un piano di carriera ben definito.
SMART è un acronimo che sta a indicare:

  • Specific = Specifico
  • Measurable = Misurabile
  • Achievable = Realizzabile
  • Relevant = Rilevante
  • Time related = Scadenziato

Specifico: alla domanda “Quali sono i tuoi obiettivi di carriera?”, invece di rispondere obiettivi vaghi come: “Voglio essere migliore nel mio lavoro”, scegli una risposta specifica come “Il mio obiettivo professionale è diventare un senior manager”.

Misurabile: discuti sempre di obiettivi che puoi misurare.

Realizzabile: parla delle azioni che intraprenderai per raggiungere i tuoi obiettivi.

Rilevante: sebbene puoi avere diversi obiettivi di carriera, discuti sempre quelli più rilevanti per la posizione a cui ti stai candidando.

Scadenziati: discuti i tuoi obiettivi definendo scadenze realistiche.

Esempi di obiettivi professionali 

Esempio di risposta per i Social Media Manager

“Sono una Social Media Manager con oltre 2 anni di esperienza nel campo dell’E-Commerce. Desiderosa di valorizzare le mie competenze primarie: il forte senso del dovere che mi contraddistingue e il rispetto delle tempistiche e dell’attività di programmazione.
Parlando dei miei obiettivi di carriera a lungo termine, vorrei affermarmi come marketer di contenuti entro 3 anni. Quest’azienda è stata fonte di ispirazione per me fin dai tempi dell’università, pertanto se venissi assunta, concretizzerei sicuramente un mio obiettivo.”

Esempio di risposta per studenti recentemente laureati

“Sono uno studente laureato in Economia, con esperienza di stage di 6 mesi. Cerco una nuova sfida lavorativa dove poter valorizzare le mie competenze professionali e accademiche, contribuendo al successo dell’area aziendale relativa alla finanza.
A partire da ora, il mio obiettivo a breve termine è quello di ottenere un lavoro che possa valorizzare la mia esperienza, aiutandomi ad ampliare i miei orizzonti. Per queste ragioni ho deciso di candidarmi a questa interessante opportunità lavorativa, senz’altro in linea con i miei obiettivi.”

Esempio di risposta per un Marketing Manager

“Desidero inserirmi in una realtà innovativa e in forte sviluppo come la vostra, definendo ed implementando strategie di marketing in grado di favorire lo sviluppo della società. Ho esaminato la posizione lavorativa richiesta e penso che sia l’occasione perfetta per me. Nei prossimi cinque anni, il mio obiettivo è assumere il ruolo di senior manager e occuparmi delle attività nazionali / estere per la vostra azienda.”

Adesso che hai le informazioni necessarie per fare colpo sui recruiter, costruisci il tuo CV in pochissimi passi con il CV Builder Jobiri. Troverai tantissimi esempi per aiutarti nella descrizione dei tuoi obiettivi professionali. E se sei già in fase di colloquio o vuoi preparati per tempo, scopri tutte le domande che i recruiter possono porre durante un colloquio.

Prova Jobiri!

Post correlati