#HRaColloquio: Perché inserire un mission statement nel curriculum – I consigli di Wyser

2019-04-30T09:45:50+00:00 30 aprile 2019|Scuola, Trova lavoro, Università|

Seconda puntata di #HRaColloquio con Enza Artino, International Service Manager di Wyser. Nella puntata precedente Enza ci aveva parlato dei vantaggi di avere un Consulente di Carriera, il ruolo chiave del Networking e ci aveva lasciato alcuni consigli su come trovare la strada giusta per noi. Oggi ci spiega come scrivere un buon curriculum e perché è importante inserirvi un mission statement chiaro ed efficace.

Come si fa un buon curriculum?

Un buon curriculum si scrive partendo dal proprio personal branding. Bisogna imparare a sapersi vendere e a capire come proporsi nel modo migliore. Ci sono tante tecniche per scrivere un curriculum. Partiamo dalla parte difficile: prepararsi le proprie responsabilità, le mansioni, le attività, gli obiettivi, i principali raggiungimenti. La cosa principale è avere chiaro il proprio mission statement. Il mio suggerimento è quello di inserire all’interno del formato un paio di righe molto sintetiche dove si definisce in modo molto chiaro qual è la mia mission, i miei obiettivi e cosa mi aspetto di ottenere. Propongo di inserire un mission statement all’interno del curriculum vitae dove proporre il proprio obiettivo, definire quelli che sono le proprie ambizioni professionali e soprattutto qual è il valore che si andrà a generare presso l’azienda che poi andrà ad assumere.

Quali sono gli svantaggi del CV europeo?

Principalmente non ha un mission statement. Quindi non c’è la possibilità, se non in modo molto standardizzato, di esprimere i propri obiettivi e i propri traguardi. Il vantaggio è quello di avere una struttura preformata ma lo svantaggio è che è poco personale, che non si capisce chi sei attraverso ciò che scrivi se non in modo molto superficiale nella parte inferiore dove hai la possibilità di raccontare un pochino di più di te.

Come distinguersi con una buona lettera di motivazione?

Per una lettera di motivazione efficace, detto che personalmente non amo le lettere di motivazione (preferisco la versione più moderna della mission statement inserita all’interno del curriculum), in generale il principio è lo stesso. Si scrive avendo ben chiari i propri obiettivi: che cosa voglio comunicare, chi è il target che voglio raggiungere (in questo caso chi è l’azienda, che cosa fa, che cosa si aspetta da un profilo come il mio) e che cosa io posso offrire a quella azienda.

Non perderti le nuove puntate della rubrica #HRaColloquio! Continua a seguirci sul nostro blog per vedere i prossimi video e ricevere ogni martedì consigli da professionisti del settore. Se invece ti senti pronto a scrivere un ottimo curriculum e hai bisogno di un supporto pratico e immediato, prova Jobiri. Le prime 24 ore sono gratis!