growth_hacker

Indice dei contenuti

Una delle nuove figure professionali nate grazie all’innovazione tecnologica e all’evoluzione di nuove piattaforme digitali è quella del growth hacker. A metà strada tra un esperto di marketing e un ingegnere informatico, il growth hacker è un professionista che si occupa di individuare strategie efficaci volte a “far crescere” (da qui l’utilizzo del termine growth che in inglese significa “crescita”) l’azienda in cui lavora.

Essendo una professione nuova ma al tempo stesso sempre più richiesta, approfondiremo nei prossimi paragrafi:

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 150.000 persone

career_coaching_vs_career_counseling
  • growth hacker significato
  • cosa fa il growth hacker
  • growth hacker competenze
  • come diventare growth hacker
  • growth hacker stipendio

Growth hacker significato

Il termine “growth hacker” è stato coniato nel 2010 da Sean Ellis, un imprenditore e investitore di startup. Un growth hacker è un professionista del marketing digitale specializzato nell’identificare, sfruttare e ottimizzare le strategie e le opportunità per favorire la crescita esponenziale di un’azienda, in particolare all’interno di un contesto online. Mentre un marketer tradizionale si concentra maggiormente sul posizionamento del brand e sulla promozione dei prodotti, un growth hacker si focalizza specificamente sull’acquisizione e il coinvolgimento degli utenti, nonché sull’aumento del numero di clienti.

Ti interessa sapere chi è e cosa fa il supply chain manager? Scoprilo cliccando qui

Cosa fa un growth hacker?

Dopo aver visto qual è il growth hacker significato, approfondiamo cosa fa un growth hacker e quali sono, quindi, le maggiori responsabilità di cui si occupa:

1) Analisi dei dati e ricerca

Un growth hacker inizia il suo lavoro esaminando tutti i dati disponibili che servono a capire meglio il comportamento degli utenti, l’andamento delle conversioni e ad identificare nuove aree di opportunità. Questa figura professionale, dunque, utilizza strumenti come Google Analytics, piattaforme social media e altre fonti di dati per ottenere informazioni preziose sui clienti, le tendenze del mercato e l’andamento del sito web dell’azienda.

Contatta un consulente di carriera

I nostri career coach possono aiutarti a trovare un nuovo lavoro e nella tua crescita professionale

2) Definizione degli obiettivi e delle metriche chiave

Insieme al team di marketing e agli stakeholders aziendali, il growth hacker stabilisce obiettivi specifici e misurabili per la crescita dell’azienda. Alcuni di questi obiettivi possono riguardare l’aumento delle vendite, l’aumento della percentuale di visite al sito da parte dell’utente medio, il miglioramento del tasso di conversione e molti altri parametri rilevanti per il successo dell’azienda.

3) Ottimizzazione del funnel di conversione

Il growth hacker analizza il percorso che gli utenti seguono dal primo contatto con l’azienda fino all’acquisto o all’azione desiderata (funnel di conversione). Attraverso test A/B, modifiche al sito web e al processo di acquisto, il growth hacker lavora per migliorare la conversione degli utenti in clienti.

4) SEO

Il posizionamento sui motori di ricerca è cruciale per ottenere un aumento sempre più consistente del traffico organico al sito web. E’ questa la ragione per cui un growth hacker svolge attività di seo per ottimizzare il sito e migliorare la posizione dell’azienda nei risultati di ricerca pertinenti. Tra le principali attività seo che un growth hacker deve svolgere ci sono:

  • ricerca delle keywords
  • ottimizzazione dei contenuti
  • ottimizzazione dei meta-tag
  • ottimizzazione delle immagini
  • link building

5) Acquisizione di utenti e generazione di lead

Tra le responsabilità di competenza di un growth hacker c’è anche lo sviluppo di strategie mirate per l’acquisizione di nuovi utenti e potenziali clienti. Tale attività include l’ideazione e la messa in atto di campagne pubblicitarie mirate, la creazione di contenuti virali, la stipula di partnership con influencer e altre tattiche innovative per aumentare l’awareness dell’azienda.

6) Marketing virale

Il growth hacker è esperto nel creare contenuti, offerte o campagne che hanno il potenziale di diffondersi rapidamente e in modo virale attraverso la condivisione su social media, e-mail, forum o altri canali digitali.

7) Sviluppo di prodotti e miglioramento continuo

Il growth hacker lavora a stretto contatto con il team di sviluppo prodotti per fornire feedback e suggerimenti basati sui dati per migliorare costantemente il prodotto o il servizio offerto dall’azienda. Si tratta di un’attività che aiuta a soddisfare meglio le esigenze dei clienti e a mantenere un importante vantaggio competitivo.

8) Monitoraggio e analisi delle performance

Il lavoro del growth hacker non si ferma con l’implementazione di nuove strategie. Questa figura deve, infatti, monitorare costantemente i risultati delle attività svolte, utilizzando strumenti analitici, per valutare l’efficacia delle azioni intraprese e apportare correzioni o modifiche in caso di necessità.

9) Sperimentazione e innovazione

Un growth hacker è noto per il suo spirito innovativo e la volontà di sperimentare nuove idee e approcci al fine di superare le sfide e rimanere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza. Non a caso, il growth hacker è una figura estremamente open-minded, curiosa e sempre disposta al confronto.

Growth hacker competenze

Dopo aver approfondito growth hacker significato e cosa fa, esploriamo quali sono le principali competenze che questa figura deve possedere:

1) Capacità di ricerca e analisi dei dati

Un growth hacker deve essere in grado di raccogliere e analizzare dati provenienti da diverse fonti, come strumenti di analisi web, social media e piattaforme di marketing; queste informazioni servono al growth hacker per interpretare i dati con l’obiettivo di identificare trend, modelli e opportunità di crescita.

2) Conoscenza dei principali strumenti e software

Un growth hacker deve avere una buona conoscenza nell’utilizzo di strumenti e software per l’analisi dei dati, l’automazione del marketing, la gestione delle campagne pubblicitarie, l’ottimizzazione SEO e altre attività legate alla crescita aziendale.

3) SEO (Search Engine Optimization)

Le competenze di SEO sono fondamentali per un growth hacker in quanto la SEO rappresenta una delle principali strategie utilizzate per aumentare la visibilità online di un’azienda e attirare traffico organico verso il sito web.

4) Social Media Marketing

Tra le attività di un growth hacker rientrano sicuramente quelle riferite al social media marketing, attività che consistono nell’essere in grado di utilizzare efficacemente i social media per aumentare l’awareness del brand, coinvolgere l’audience e promuovere i prodotti/servizi dell’azienda.

5) PPC (Pay-Per-Click) Advertising

Un growth hacker deve avere competenze nell’uso di strumenti di advertising a pagamento, come Google Ads e Facebook Ads, per creare campagne pubblicitarie mirate e ottimizzate.

6) Competenze tecniche

Non è necessario essere un programmatore, ma un buon growth hacker dovrebbe avere una buona comprensione dei principali concetti di sviluppo web e delle tecnologie utilizzate per la creazione di siti web e applicazioni.

7) Test A/B e analisi dei risultati

Si tratta della capacità di eseguire test A/B per confrontare diverse varianti di una pagina web o di un annuncio e di analizzare i risultati per migliorare le performance delle campagne.

Come diventare growth hacker

Come diventare growth hacker? Sebbene non esista un unico e specifico percorso di studio per ricoprire questo ruolo, di seguito abbiamo elencato alcuni dei principali per cui puoi optare:

1) Laurea in economia e marketing

Una prima opzione che puoi valutare è la laurea in economia o marketing, entrambi percorsi validi che ti permettono di acquisire competenze in:

  • analisi strategica
  • analisi dei dati
  • comprensione del mercato
  • gestione finanziaria
  • psicologia e comportamento dei consumatori
  • comunicazione e branding

2) Laurea in informatica

La laurea in informatica è un altro percorso di studio valido che puoi valutare per diventare growth hacker. Il conseguimento di questa tipologia di laurea è fondamentale per approfondire tematiche come:

  • programmazione e sviluppo web
  • sicurezza informatica
  • gestione dei dati
  • ottimizzazione delle performance

3) Master

In aggiunta alla laurea o alternativa a questa è possibile optare per un master, ossia un corso più specifico che ti permette di approfondire tematiche utili per ricoprire il ruolo di growth hacker. Tra i master che puoi scegliere ci sono:

  • Master in marketing digitale

Un master in marketing digitale è progettato per fornire una panoramica completa delle strategie di marketing online, comprese tattiche avanzate di SEO, PPC, social media marketing, e-mail marketing e content marketing. Questo tipo di master è ideale per chi vuole approfondire le competenze di marketing digitale necessarie per essere un growth hacker di successo.

  • Master in data science e analisi dei dati

Un’altra opzione valida è quella del master in data science e analisi dei dati, master che può essere prezioso per un growth hacker in quanto fornisce competenze avanzate nella gestione, analisi e interpretazione dei dati. Si tratta di competenze che ti permettono di prendere decisioni strategiche basate sui dati e di ottimizzare le tue attività di marketing.

  • Master in growth hacking

Esistono poi dei master che si concentrano in maniera specifica sul growth hacking e che offrono programmi specifici che si concentrano esclusivamente sulla formazione di professionisti esperti nelle strategie di crescita aziendale. Questi corsi possono fornirti un’immersione completa nel mondo del growth hacking e delle tattiche di marketing innovative.

Growth hacker stipendio

Infine, per quanto riguarda il growth hacker stipendio medio, in Italia quest’ultimo può variare innanzitutto in base al livello di esperienza del professionista. Lo stipendio di un growth hacker con un’esperienza di 1-3 anni può variare tra i 25.000 e i 35.000 euro lordi l’anno. Con un’esperienza di 3-5 anni, il salario medio può salire a circa 35.000-45.000 euro lordi l’anno. Per i professionisti con più di 5 anni di esperienza lo stipendio può superare i 50.000 euro lordi l’anno.

Vuoi rendere impeccabile la tua lettera di presentazione per la tua prossima candidatura? Scegli il Letter Builder di Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente basato su AI. Grazie a questo tool, hai la possibilità di creare una lettera di presentazione online facilmente scegliendo tra decine di modelli di cover letter professionali testati direttamente con i recruiter. Che cosa aspetti? Fatti subito notare dai selezionatori! Basta registrarti qui.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati