private_banker

Indice dei contenuti

Nel mondo finanziario, il ruolo del private banker o gestore patrimoniale riveste un’importanza fondamentale per coloro che possiedono elevate quantità di ricchezza.

Il private banker è un consulente finanziario altamente qualificato, spesso con una formazione in finanza, economia o discipline correlate. E’ un esperto che lavora all’interno di banche private o divisioni dedicate di istituti finanziari, servendo una clientela selettiva composta da individui o famiglie con un patrimonio significativo. Solitamente, i clienti devono avere un patrimonio netto elevato, superiore a una soglia stabilita dalla banca per poter usufruire dei servizi di un private banker.

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 150.000 persone

career_coaching_vs_career_counseling

Esploriamo nei prossimi paragrafi tutte le caratteristiche di questa figura professionale, focalizzandoci su:

  • private banker cosa fa
  • le principali skills di un private banker
  • come diventare private banker
  • private banker stipendio

Private banker cosa fa

Partiamo dal private banker cosa fa. Tra le principali responsabilità di questa figura professionale rientrano:

1) Analisi delle esigenze finanziarie dei clienti

La prima attività fondamentale di un private banker è la comprensione approfondita delle esigenze finanziarie del cliente. Questo richiede una stretta collaborazione con il cliente per scoprire i suoi obiettivi di investimento, il livello di rischio che è disposto ad affrontare, la situazione finanziaria attuale e le prospettive future. Il private banker deve, quindi, analizzare in modo dettagliato il patrimonio, le fonti di reddito e le spese del cliente per sviluppare una strategia finanziaria personalizzata.

2) Creazione di una strategia di investimento personalizzata

Sulla base dell’analisi delle esigenze finanziarie del cliente, il private banker sviluppa una strategia di investimento personalizzata. Questa strategia tiene conto dei suoi obiettivi a breve e lungo termine, delle sue preferenze di rischio e di altre variabili finanziarie rilevanti. Il private banker seleziona gli strumenti di investimento più adatti, come azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento, prodotti strutturati, immobili, e altro ancora.

Contatta un consulente di carriera

I nostri career coach possono aiutarti a trovare un nuovo lavoro e nella tua crescita professionale

3) Monitoraggio e gestione del portafoglio

Una volta implementata la strategia di investimento, il private banker monitora costantemente il portafoglio del cliente. Questa attività include la valutazione delle performance degli investimenti, l’analisi dei rendimenti e delle perdite, nonché il controllo dell’aderenza agli obiettivi finanziari prefissati. In base ai cambiamenti nei mercati finanziari o nelle circostanze personali del cliente, il private banker apporta eventuali modifiche alla strategia di investimento per ottimizzare i risultati.

4) Consulenza finanziaria

Il private banker offre consulenza finanziaria su una vasta gamma di questioni. Oltre alla gestione degli investimenti, questa figura professionale può fornire consulenza sulla pianificazione fiscale, sulla pianificazione patrimoniale, sulla pianificazione della pensione, sulla protezione assicurativa e su altre questioni finanziarie rilevanti. La consulenza è personalizzata e mira a guidare il cliente verso decisioni finanziarie informate e vantaggiose.

5) Costruzione e gestione di relazioni

Ancora, il private banker cosa fa? La gestione del patrimonio richiede una forte relazione di fiducia tra il cliente e il private banker. Pertanto, quest’ultimo sviluppa un rapporto personale con il cliente, comprendendo le sue esigenze, ascoltando le sue preoccupazioni e rispondendo alle sue domande in modo tempestivo ed esaustivo. La capacità di instaurare relazioni solide e durature è essenziale per il successo di questo ruolo, poiché i clienti si affidano al private banker proprio per prendere decisioni finanziarie importanti.

6) Controllo del rischio

La gestione del patrimonio comporta la gestione del rischio finanziario. Il private banker deve valutare attentamente i rischi associati a diverse opportunità di investimento e comunicare in modo chiaro e trasparente al cliente i potenziali rischi e le possibili ricompense di ciascuna strategia di investimento. Tutto ciò aiuta il cliente a prendere decisioni consapevoli e a mantenere un livello accettabile di rischio nel suo portafoglio.

7) Monitoraggio delle normative e della conformità

Il private banker deve essere a conoscenza di tutte le normative e le regolamentazioni finanziarie applicabili nel suo Paese o nella sua giurisdizione. Deve garantire che tutte le attività svolte per conto del cliente siano conformi alle leggi e ai regolamenti del settore finanziario.

8) Educazione finanziaria

Tra le risposte al quesito “il private banker cosa fa” rientra anche l’educazione finanziaria. Una parte delle responsabilità del private banker è, infatti, quella di educare il cliente sulle diverse opzioni di investimento, sulle strategie finanziarie e sui principi fondamentali della gestione del patrimonio. L’obiettivo è aiutarlo a comprendere meglio le decisioni finanziarie e a partecipare attivamente al processo di gestione del suo patrimonio.

9) Collaborazione con esperti esterni

In alcuni casi, il private banker può collaborare con esperti esterni, come consulenti fiscali, avvocati specializzati in pianificazione patrimoniale o altri professionisti finanziari, per offrire una consulenza più completa e mirata al cliente.

10) Ricerca di nuovi clienti

A seconda della struttura e delle politiche della banca o dell’istituto finanziario, il private banker potrebbe anche essere coinvolto nella ricerca e acquisizione di nuovi clienti ad alto valore netto per espandere la propria base di clienti.

Vuoi sapere chi è e cosa fa un energy manager? Scoprilo cliccando qui

Le principali skills di un private banker

Essere un private banker richiede una combinazione di competenze finanziarie, soft skills e conoscenze specifiche per fornire un servizio completo e di qualità ai clienti. Tra le principali skills che dovrebbe possedere un private banker ci sono:

1) Conoscenze finanziarie avanzate

Un private banker deve avere una solida base di conoscenze finanziarie, comprese le diverse classi di asset, i mercati finanziari, le strategie di investimento e la gestione del rischio. Deve essere aggiornato sulle tendenze del mercato e su nuovi strumenti finanziari.

2) Pianificazione finanziaria e fiscale

Il private banker deve essere in grado di sviluppare piani finanziari completi e personalizzati per i clienti, tenendo conto delle loro esigenze e obiettivi. Questo include una comprensione delle implicazioni fiscali delle decisioni finanziarie.

3) Ottima capacità di comunicazione

Un private banker deve essere un comunicatore eccellente in grado di spiegare concetti finanziari complessi in modo chiaro e comprensibile per i clienti. La capacità di ascolto attivo è altrettanto importante per comprendere appieno le esigenze di questi ultimi.

4) Gestione delle relazioni

La gestione del patrimonio richiede la creazione di relazioni forti e durature con i clienti. Il ruolo del private banker richiede una spiccata empatia, la capacità di creare e mostrare fiducia nei confronti del cliente.

5) Orientamento al cliente

Il private banker deve essere orientato al cliente e focalizzato sulla soddisfazione di quest’ultimo e pronto a fornire assistenza e supporto tempestivo in caso di domande, dubbi o problemi dei clienti.

6) Capacità di vendita

La capacità di vendita è importante per acquisire nuovi clienti e sviluppare ulteriormente la base di clienti. Il private banker deve essere in grado di presentare in modo convincente i servizi offerti e dimostrare il valore delle proposte finanziarie.

7) Orientamento agli obiettivi

Un private banker deve essere in grado di lavorare verso obiettivi prefissati, come la crescita del portafoglio clienti, il raggiungimento dei target di vendita o il raggiungimento di obiettivi di performance finanziaria.

8) Gestione del tempo e delle priorità

Date le numerose responsabilità, il private banker deve essere in grado di gestire efficacemente il proprio tempo e concentrarsi sulle attività più importanti per raggiungere gli obiettivi aziendali e soddisfare le esigenze dei clienti.

9) Capacità analitiche

La capacità di analizzare dati finanziari e interpretare informazioni complesse è essenziale per la gestione del patrimonio e la valutazione delle performance degli investimenti.

Come diventare private banker

Dopo aver approfondito il private banker cosa fa e quali sono le sue principali competenze, vediamo come diventare private banker e quali sono, quindi, i principali percorsi di studio che si possono scegliere per ricoprire questo ruolo:

1) Laurea in economia o finanza

Uno dei percorsi che si possono scegliere per diventare private banker è la laurea in economia o finanza. Questi corsi di laurea forniscono una base solida di conoscenze finanziarie, economia e analisi economica, che sono fondamentali per ricoprire questo ruolo.

2) Laurea in scienze bancarie

Alcune università offrono programmi specifici in scienze bancarie o gestione del patrimonio, che sono più focalizzati sulle competenze richieste per lavorare nel settore della gestione patrimoniale e della consulenza finanziaria.

3) Master in finanza o gestione del patrimonio

Dopo aver completato la laurea, molti aspiranti private banker possono scegliere di proseguire gli studi con un master in finanza o gestione del patrimonio. Un master offre, infatti, un livello più elevato di specializzazione e può fornire l’opportunità di approfondire specifici aspetti del settore finanziario.

Private banker stipendio

Infine, per quanto riguarda lo stipendio del private banker e, quindi, quanto guadagna un private banker, possiamo fornire delle stime approssimative in quanto la retribuzione media annua in Italia varia in base a numerosi fattori come il livello di esperienza, le dimensioni della banca ecc.

In generale, lo stipendio medio di un private banker nel nostro Paese è compreso tra 50.000 e 100.000 euro. I private banker più esperti e con una base clienti ampia possono arrivare a guadagnare anche cifre superiori a questa fascia.

Stai cercando lavoro come private banker ma non riesci a trovare annunci di lavoro compatibili con le tue esigenze professionali? Prova lo strumento Ricerca lavoro di Jobiri, il primo consulente di carriera digitale intelligente basato su AI. Grazie alle decine di migliaia di annunci che Jobiri ti mette a disposizione hai la possibilità di trovare rapidamente e senza stress il lavoro dei tuoi sogni. Che cosa aspetti? Registrati qui e provalo subito.

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati