“Qual è la cosa più importante per te nella prossima posizione che ricoprirai? è una delle domande colloquio più frequenti che vengono poste dai selezionatori.

Bisogna tenere presente infatti che non tutte le domande dei recruiters sono concentrate sulle tue abilità e competenze: “qual è la cosa più importante per te nella tua prossima posizione?” è, non a caso, un esempio di un quesito che viene posto per dare la possibilità ai candidati di delineare obiettivi e priorità.

La tua situazione professionale non ti soddisfa?

Affidati ai nostri coach per trovare impiego, cambiare lavoro o crescere professionalmente come hanno già fatto 100.000 persone

Prenota consulenza gratuita
career_coaching_vs_career_counseling

Detto in altre parole, si tratta di una domanda colloquio di lavoro con la quale i candidati possono mettere in evidenza la motivazione principale per cui vorrebbero/dovrebbero ottenere quel lavoro e come sarebbero capaci di adeguarsi perfettamente al ruolo in questione.

La domanda oggetto di questo articolo, inoltre, può essere posta all’inizio o alla fine del tuo colloquio in modi differenti: “Descrivi le tre cose più importanti per te nella prossima posizione che andrai a ricoprire” è un esempio di un’altra modalità di richiesta. Tuttavia, il tuo approccio nel rispondere dovrà essere lo stesso.

Poichè i candidati sono spesso impreparati nel fornire ai recruiters una risposta soddisfacente ed efficace, abbiamo pensato di darti degli utili e semplici consigli su come rispondere a questa domanda, aggiungendo anche esempi concreti.

“Qual è la cosa più importante per te nella prossima posizione che ricoprirai?”: ecco perchè i selezionatori pongono questa domanda

Ci sono diverse ragioni per cui i selezionatori pongono questa domanda. Eccone due:

1) Valutare il tuo allineamento con la mission aziendale

La prima ragione per cui i recruiters possono porti questo quesito è la seguente: desiderano valutare se i tuoi obiettivi ed interessi sono in linea con la mission dell’azienda. Infatti, sebbene la maggior parte delle persone sia in grado di adattarsi a un nuovo lavoro indipendentemente dal fatto che questo “piaccia o meno”, le aziende desiderano assumere in ogni caso dipendenti determinati e appassionati al ruolo che ricoprono. Perchè? Le persone appassionate sono naturalmente motivate!

Dunque, se la posizione in questione possiede tutti i requisiti che desideri e che cerchi per l’avanzamento della tua carriera, è più probabile che verrai assunto. Certo, è anche vero che i selezionatori sono consapevoli che non rimarrai in azienda per sempre, ma preferiscono comunque assumere persone che rimangano per un periodo quanto più lungo possibile e che crescano con l’azienda. Assumere nuove persone è infatti costoso: ecco perché molte organizzazioni si concentrano sull’aumento dei tassi di fidelizzazione e sulla riduzione del turnover dei dipendenti.

2) Valutare il tuo adattamento alla cultura aziendale

Altro motivo per cui viene posta questa domanda è quello di valutare se sei adatto o meno alla cultura e all’ambiente di lavoro dell’azienda. Ogni organizzazione gestisce e programma le attività in modo differente: alcune si concentrano maggiormente sui contributi individuali, altre privilegiano il lavoro di squadra e una comunicazione più aperta e così via.

Molte delle tue preferenze lavorative, quindi, verranno rivelate attraverso la tua risposta. Ad esempio, se rispondi dicendo che l’opportunità di collaborare a progetti impegnativi è la cosa più importante per te in questa fase della carriera, ciò indicherà che desideri un ambiente collaborativo, dinamico e stimolante. Anche in questo caso, si tratta quindi di assicurarsi che i tuoi obiettivi siano in linea con quelli dell’ azienda.

Come rispondere efficacemente alla domanda “Qual è la cosa più importante per te nella prossima posizione che ricoprirai?”

La domanda “Qual è la cosa è più importante per te nella prossima posizione che andrai a ricoprire?” può sembrare a prima vista innocua, ma in realtà ha più peso di quanto tu possa pensare. Come altre domande del colloquio orientate alla personalità e agli obiettivi, questa può davvero penalizzarti se rispondi in maniera inadeguata o poco convincente.

Dunque, per permetterti di rispondere in maniera efficace e di fare colpo sui recruiters, abbiamo individuato 4 utili consigli da seguire:

1) Fornisci un po’ di contesto al tuo background

Le priorità di ognuno cambiano con l’evolversi della carriera. Ciò che per te era importante all’inizio della carriera può non esserlo nella fase in cui ti trovi. Questo, ad esempio, potrebbe essere il motivo per cui stai appunto cercando un nuovo lavoro.

In ogni caso, quando il selezionatore ti pone la domanda “Qual è la cosa più importante per te nella prossima posizione che ricoprirai?”, prova a dare un po ‘ di contesto al tuo background per mostrare all’intervistatore il perché sei lì. Non è necessario che ti dilunghi troppo, basta un breve discorso, conciso e senza giri di parole.

Raccontare il come sei arrivato fino a lì, dà quindi ai selezionatori un’immagine chiara di chi sei e di cosa vuoi per la tua carriera. In questo modo, i recruiters capiranno dunque anche meglio il percorso che hai fatto fino ad allora e come vuoi che cambi in futuro. Questa conoscenza aiuta loro a comprendere meglio ciò che hai da offrire, nonchè ciò che è veramente importante per te nella nuova posizione che andrai a ricoprire.

Fornire un contesto significa pertanto offrire una prova delle tue affermazioni, evidenziando il motivo per cui saresti un’ottima risorsa per l’azienda! Ricorda, inoltre, di non avere timore di menzionare il tuo precedente lavoro e i cambiamenti che potresti aver subito o voluto per la tua carriera. Ad esempio, potresti parlare di quelle che erano le tue priorità all’inizio della carriera e di quanto queste siano cambiate nel corso degli anni; ovviamente, ciò su cui dovrai soffermarti saranno le tue priorità attuali.

2) Collega il tuo background alla posizione e all’azienda

Altra cosa importante da fare per rispondere efficacemente alla domanda “Che cosa è più importante per te nella prossima posizione che andrai a ricoprire?” è collegare il tuo background alla posizione e all’azienda. Il tuo obiettivo deve essere infatti quello di mostrare all’intervistatore il perché sei in linea con la mission e la cultura dell’azienda: per farlo nel migliore dei modi dovrai inserire degli esempi di situazioni precedenti che ti hanno visto protagonista e che sono esemplificative del tuo adattamento all’azienda e alla posizione.

Quando parli di ciò che è importante per te in un lavoro o per la carriera, prova a mettere in evidenza in che modo quella posizione ti permette di soddisfare ciò che è importante per te. Ad esempio, potresti essere in un momento in cui ti senti pronto ad assumere maggiori responsabilità: se ti stai candidando per un ruolo dirigenziale, puoi sottolineare come la posizione sia adatta a ciò che stai cercando, mettendo in evidenza il motivo specifico per cui ti stai candidando per la posizione in questione.

Infine, per rendere la tua risposta quanto più efficace possibile, prova a fare lo stesso anche con l’azienda, ossia a collegare dettagli della mission con i tuoi obiettivi generali.

3) Rispondi brevemente

“Qual è la cosa più importante per te nella prossima posizione che andrai a ricoprire?” è una domanda che potrebbe facilmente trasformarsi in una conversazione lunga. Ecco, non farlo succedere perchè questa è soltanto una delle tante domande che i selezionatori ti porranno.

Prova, dunque, ad essere quanto più breve possibile e a mantenere la tua risposta entro i 2 minuti. Quando si è brevi e concisi, è più probabile che le parole vengano ricordate. Al contrario, invece, parlare a lungo non soltanto non agevola la concentrazione, ma porta anche i selezionatori a pensare che stai cercando di “arrampicarti sugli specchi” perchè sei poco preparato.

Risposte che vanno dritte al punto, invece, dimostrano che c’è già dietro una certa preparazione e questo si rifletterà positivamente su di te.

4) Preparati e allenati

L’ultimo ma non meno importante consiglio per rispondere in maniera valida a questa domanda è molto semplice: preparati e allenati!

Esercitarti a rispondere alla domanda “Qual è la cosa più importante per te nella prossima posizione che andrai a ricoprire?” è fondamentale. Non si tratta, infatti, di una risposta che puoi improvvisare: è una domanda complessa che richiede una certa preparazione e una significativa riflessione.

Dunque, ciò che puoi fare per raggiungere questo obiettivo è prendere nota dei punti chiave che vuoi affrontare e utilizzare questi per allenarti a rispondere, anche in modi differenti tra loro e in presenza di altre persone. Attenzione: non creare copioni rigidi in quanto rischierai di risultare poco autentico.

2 Esempi di risposte

Vediamo a questo punto 2 esempi concreti di risposte efficaci a questa domanda.

Esempio 1

Nel nostro primo esempio, il candidato è stato chiamato per un colloquio per il ruolo di project manager. Attraverso la sua risposta, il candidato spiega esattamente cosa è importante per lui e perché si trova lì, stabilendo un collegamento tra i suoi obiettivi e ciò che offre questa posizione.

“La capacità di applicare le mie competenze in modi stimolanti è la cosa più importante per me a questo punto della mia carriera. Ho lavorato per diversi anni come ingegnere civile. Durante questo periodo, ho appreso competenze preziose che sono pronto ad utilizzare.

Nel mio precedente lavoro ho avuto la fortuna di lavorare a molti progetti di cui sono andato sempre orgoglioso. Ho anche lavorato con una molteplicità di persone con background differenti. Credo che il mix di progetti commerciali e industriali complessi che la vostra azienda gestisce sia il modo perfetto per ampliare i miei orizzonti e mettere alla prova le mie capacità. Il mio prossimo obiettivo è gestire progetti su larga scala, guidare team e risolvere sfide ingegneristiche complesse. La mia carriera mi ha preparato a questo ruolo e sono pronto per la mia prossima sfida”.

Esempio 2

In questo secondo esempio, la priorità del candidato è costituita dalle opportunità di crescita professionale. Questo modello di risposta può essere applicato praticamente a qualsiasi settore. È una buona risposta per figure junior che cercano di fare “un salto” oltre le posizioni entry level.

“A questo punto della mia vita e della mia carriera, l’opportunità di crescita è ciò che cerco per la mia prossima posizione. Il mio ultimo lavoro mi ha dato la possibilità di trovare la mia strada in questo settore. Ho acquisito competenze tecniche e soprattutto la consapevolezza della direzione da intraprendere nel mio futuro professionale. Oggi, il mio obiettivo è dunque quello di crescere in quella direzione. Un ambiente stimolante e dinamico come quello della vostra azienda rappresenta quindi per me un terreno fertile nel quale rendere concreti i miei obiettivi di crescita.”

Vuoi prepararti alla perfezione per superare brillantemente il tuo prossimo colloquio? Scegli il video simulatore di interviste di Jobiri, il primo career advisor basato su AI. Grazie a questo strumento, oltre ad ottenere validi suggerimenti, ti alleni a rispondere alle domande più difficili che i recruiters pongono durante i colloqui. Che cosa aspetti? Fai colpo sui selezionatori al tuo prossimo colloquio registrandoti qui.

 

Condividi questa storia, scegli tu dove!

Post correlati

Trova lavoro ora