Innovazione nei centri per l'impiego: l'intervista al Commissario Straordinario di ARPAL Puglia

Come e perché investire in innovazione nei centri per l’Impiego: intervista al Commissario Straordinario di ARPAL Puglia

2020-07-23T11:29:34+02:00 6 Maggio 2020|Interviste, News dalle Istituzioni e gli Enti partner, Senza Categoria|

Uno dei temi chiave per i Centri per l’Impiego gestiti da Arpal Puglia – Agenzia Regionale per le Politiche Attive, è investire in innovazione per sostenere lo sviluppo di politiche virtuose in grado di favorire l’incrocio domanda e offerta e accelerare l’inserimento lavorativo di giovani e disoccupati.

Secondo una logica di miglioramento continuo per offrire servizi al lavoro migliori per cittadini, imprese e agevolare la vita agli operatori, ARPAL Puglia ha deciso di stipulare una partnership con Jobiri.

Leggi l’intervista a Massimo Cassano, Commissario Straordinario di Arpal Puglia e già sottosegretario di Stato al Lavoro per scoprire come è possibile innovare pratiche e modelli operativi dei Centri per l’Impiego grazie a servizi di carriera 5.0.

innovazione nei centri per l’Impiego

1) Perché oggi più che mai è importante un forte orientamento all’innovazione tecnologica di processo e di servizio?

L’innovazione tecnologica di processo e di servizio è essenziale per ridefinire le modalità operative dei servizi al lavoro e ridare armonia al modello Istituzionale dei Centri per l’impiego che negli anni, ha avuto modo di funzionare in maniera disarmonica o controcorrente rispetto ad una società globalizzata con altre esigenze, con un’economia globalizzata e con processi di cambiamento così rapidi che richiedono ben altri tempi di reazione.

Ormai da qualche anno il mercato del lavoro è cambiato e cambierà ancor più radicalmente e rapidamente, già nei prossimi mesi; occorrerà dunque non farsi trovare impreparati.

Compito dei decisori oggi è saper immaginare quali saranno le necessità del mercato del lavoro dei prossimi anni, piuttosto che continuare a riflettere su ciò che è servito fino a ieri, facendo trovare pronti i propri cittadini. Ci sono professioni e mestieri nuovi mentre professioni e mestieri vecchi hanno saturato il mercato degli ultimi 20-30 anni come oggi lo conosciamo e con i noti risultati.

In Puglia abbiamo intuito ormai da qualche mese che è tempo di introdurre nuovi modelli e nuovi processi nei CPI per accrescerne funzionalità ed utilità, aumentandone l’efficienza e l’efficacia, ma soprattutto per assegnare un reale valore aggiunto, mutando il modello statico di “sportello in attesa del pubblico” e superando la vecchia concezione di ufficio dove mettersi in coda, ad orari prestabiliti e rigidi, per espletare solo pratiche burocratiche e adempimenti di indeterminata rilevanza. In Puglia abbiamo pensato di offrire qualcosa in più.

2) La collaborazione tra Arpal Puglia e Jobiri è un esempio virtuoso di partnership tra Pubblico e Privato. Quali sono i vantaggi di collaborare con una realtà innovativa?

Arpal Puglia è entrata in contatto con una realtà moderna, intraprendente e molto dinamica, fatta di persone molto preparate, motivate e particolarmente determinate. Vi è stato subito un grande allineamento di intenti che ha consentito di instaurare un livello di relazioni flessibile ed orientato verso il comune interesse di mettere a disposizione utili soluzioni innovative in segmenti di attività, spesso poveri di idee o proposte, che hanno bisogno di crescere o di trasformarsi, evolvendo verso modelli non ancora sperimentati, soprattutto nel pubblico, e che necessitano inevitabilmente di supporto tecnologico esterno qualificato, andando anche oltre i servizi tradizionali offerti o offrendoli in formato evoluto in grado di influire persino sull’economicità di gestione.

3) Quali aspetti vi hanno convinto ad utilizzare Jobiri per migliorare ulteriormente il servizio di accompagnamento al lavoro?

Jobiri presenta un mix di prodotti / servizi innovativi ad alto potenziale tecnologico, molto adatto alle nostre esigenze e, soprattutto, alle condizioni attuali del mercato del lavoro ed alle esigenze di imprese e cittadini.

La soluzione Jobiri consente di superare la barriera spazio-tempo del c.d. “orario di apertura al pubblico” dei nostri uffici, rendendosi disponibile, h 24/24 – gg. 7/7 nelle province interessate dove vi sono Comuni anche distanti dalla sede del CPI di riferimento o disagevoli da raggiungere.

E poi rende disponibili servizi di qualità oggi molto richiesti e cioè strumenti in grado di offrire supporto digitale nella costruzione corretta del proprio curriculum, anche in lingua straniera, di presentarsi adeguatamente formati a recruiter ed aziende che ricercano personale, con prospettive maggiormente positive nella ricerca di lavoro.

Un aspetto formidabile, poi, è dato dalla possibilità di fare da casa, senza limiti di orario, training per sostenere colloqui o assistere a specifiche video-lezioni molto utili per chi è alla ricerca di un lavoro. I candidati sono poco abituati a presentarsi, a descriversi e, spesso, anche a narrare le proprie esperienze lavorative pregresse con il giusto risalto.

Se desideri ricevere maggiori informazioni sulla soluzione Arpal Puglia-Jobiri e scoprire anche tu come il tuo centro per l’impiego può avvantaggiarsi di servizi di carriera 5.0, contattaci.