Jobiri selezionata tra le 15 migliori startup innovative a vocazione sociale d’Europa

2018-07-09T11:53:04+00:00 9 luglio 2018|News|

 

Jobiri è stata selezionata insieme ad altri 14 team tra i migliori imprenditori sociali del 2018 dalla European Investment Bank Institute per il premio Social Innovation Tournament.

Il Social Innovation Tournament sostiene e premia imprenditori europei che sono in grado di generare un importante impatto sociale, etico o ambientale a livello europeo e globale.

Jobiri è stata scelta tra centinaia di candidature provenienti da più di 30 Paesi. In particolare, la startup a vocazione sociale, si è distinta per la capacità di realizzare soluzioni tecnologiche altamente innovative in grado di contribuire a ridurre il problema della disoccupazione, che solo in Europa colpisce più di 17,4 milioni di persone.

Jobiri è il primo consulente di carriera digitale che utilizza l’intelligenza artificiale per accelerare l’ingresso nel mercato del lavoro di chiunque sia alla ricerca di un impiego ed al contempo rende più efficaci ed accessibili i servizi di accompagnamento al lavoro erogati da scuole, università, istituzioni pubbliche e agenzie per il lavoro.

La collaborazione tra uomo e algoritmi intelligenti nella ricerca del lavoro può fare la differenza e contribuire ad assicurare un supporto di carriera più capillare ed efficace.

Jobiri ha ripensato alle logiche dei servizi al lavoro mettendo a disposizione strumenti digitali innovativi affinché giovani, donne, studenti e disoccupati possano aspirare ad un futuro lavorativo più sicuro e dignitoso.

Grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale, Jobiri fornisce orientamento, propone corsi e offerte lavorative in Italia e all’estero, analizza e suggerisce come migliorare in maniera automatica i curriculum, guida nella scrittura di lettere di accompagnamento efficaci ed allena i candidati a superare i colloqui.

Il premio dello European Investment Bank Istitute non solo rappresenta un importante riconoscimento, ma l’auspicio e l’opportunità di una più profonda collaborazione tra pubblico e privato per superare una delle più pressanti sfide sociali odierne: combattere la disoccupazione grazie alla tecnologia.